C’è un nuovo bomber all’ombra della Torre: il suo nome è Lorenzo Lucca

LUCCA BOMBER PISA – È ancora presto per trarre conclusioni dopo sole tre giornate, ma le prime impressioni, nel giro di poco tempo, diventano inossidabili certezze. Lorenzo Lucca, originario di Moncalieri (TO), cresciuto nelle giovanili del Torino (prima di passare in quelle di Vicenza e Brescia), ha decisamente cominciato col piglio giusto. Il gigante nerazzurro, autore nel Palermo in C, lo scorso anno, di ben 13 reti, non ha tradito le attese, dimostrando, almeno a primissimo impatto, di non aver risentito del salto di categoria. Con la SPAL polveri bagnate, preludio però del triplo sparo con Alessandria e Ternana.

Entrato nella ripresa contro i piemontesi, il bomber ha messo a referto una splendida doppietta di fronte al grande ex Marconi, segnando prima con una zampata da vero killer d’area e poi sfruttando, grazie ad un ottimo movimento in profondità, una magica rovesciata di Masucci. Contro la Ternana Lorenzo si è ripetuto: prima catturando un retropassaggio sanguinoso della difesa avversaria e battendo con freddezza il portiere, poi facendo valere tutto il suo strapotere fisico per saltare Celli e servire un cioccolatino all’accorrente Cohen. Giocate che hanno fruttato 6 punti e contribuito al primato momentaneo dei toscani.

Lampi di freschezza, atletismo, istinto, freddezza e intelligenza tattica che rendono Lucca l’attaccante del futuro. E chissà che questo ragazzone non possa attirare, a stretto giro, anche le attenzioni di Mancini in ottica Nazionale maggiore. Lui che ha già assaporato l’ambiente dell’Under 21 azzurro, con la chiamata di Nicolato a seguito del forfait di Piccoli. Come se non bastasse, su di lui si sono informate alcune big di Serie A: l’Inter è la più interessata e nelle prossime sessioni di mercato potrebbe farci un pensierino come vice Dzeko.

Segni inequivocabili di un momento d’oro. Sta a lui portarlo avanti il più possibile e quindi dimostrare che le prime impressioni non sono vacue e passeggere, bensì prodromi di una spendida certezza, di un talentuoso “Millennial” pronto a spiccare il volo. Storicamente, in Toscana, un altro Lorenzo (“Il Magnifico” mecenate di Firenze) ha lasciato il segno: il centravanti nerazzurro proverà a mantenere in alto, in un ambito diverso, con doti diverse e con tutta l’umiltà necessaria, quel glorioso nome in comune.

C’è un nuovo bomber all’ombra della Torre: si chiama Lorenzo Lucca.

Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.