Ascoli, Sottil: “Eravamo partiti bene. L’espulsione ha cambiato tutto”

SOTTIL ASCOLI CREMONESE – Andrea Sottil, tecnico dell’Ascoli, ha parlato al termine del match perso per 1-4 al Del Duca contro la Cremonese.

Queste le sue dichiarazioni, riportate da Picenotime.it:

Se guardiamo il risultato sembra una catastrofe ma la partita non ha detto questo. Abbiamo iniziato bene, eravamo vivi e pimpanti e potevamo passare in vantaggio con Sabiri. Si potevano evitare i gol subiti, il primo addirittura nasce da un fallo laterale. Siamo stati poi bravi ad accorciare le distanze con una bella azione provata. Nella ripresa dopo l’espulsione di Botteghin è diventato tutto più difficile. Un rosso per me esagerato. Il terzo gol è arrivato dopo una spallata netta su Bidaoui, non amo parlare degli arbitri ma è stata evidente una direzione di gara approssimativa. L’arbitro mi è parso in difficoltà. A noi è comunque mancato qualcosa contro una squadra che sapevamo essere forte, con una rosa top sia tra i titolari che in panchina. Siamo un po’ corti con giocatori che stanno tirando la carretta da tanti mesi ma non dobbiamo perdere mai la concentrazione, determinazione e cazzimma. Non ho mai perso in carriera per 4-1, dispiace perché oggi volevamo far bene anche per onorare la memoria del Presidentissimo Rozzi. Ora nelle prossime gare con Ternana e Cosenza dobbiamo svoltare e portare a casa punti, anche io farò delle valutazioni ancora più profonde”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.