Parma, Ribalta: “Vogliamo allestire una squadra dominante e di qualità. Kucka resta”

RIBALTA PARMA KUCKA – Il nuovo ds del Parma Javier Ribalta ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Tv Parma sui piani del club per la prossima stagione. Queste le sue parole:

“Vorremmo allestire una squadra dominante e di qualità, secondo noi è la via più facile: Zeman a Pescara e Andreazzoli a Empoli hanno tracciato la via. Stiamo valutando il tenore degli innesti ma la cosa più intelligente è il mix: servono i giocatori di categoria
ma devono essere utilizzabili anche dopo. e qualcuno di Serie A: se hanno la mentalità giusta, se vogliono davvero venire da noi, ci pensiamo. L’importante, al di là delle qualità dei giocatori, sarà la testa. Senza questo la B, ma anche la A, come abbiamo visto, non si fa. La voglia, la coesione, la mentalità dovranno essere gli ingredienti principali per noi. Guarda caso le tre retrocesse dello scorso anno non sono riuscite a risalire. Sceglieremo noi chi mandar via e chi tenere perché non abbiamo bisogno di mandare via nessuno. Il tecnico sentirà i giocatori che ritiene opportuno sentire. Ma guardate che non tutto qui è da buttare via. Quanto si cambierà? Direi che dopo una stagione così c’è da cambiare senz’altro e qualcuno per motivi diversi è già partito. Al momento non so cosa andare a cercare perché dev’essere Maresca a dirmi chi vuole tenere e chi no. Brunetta? Stiamo parlando col Godoy Cruz per provare a rinnovare il prestito. Nel finale di stagione ha mostrato, secondo me, serietà e potenzialità. Credo che scendendo di una categoria, potremmo decidere di averlo ancora con noi. Kucka resterà, è un grande professionista e ha dato disponibilità. E
ripartiremo con Man e Mihaila”.

bonus
Malato di calcio, scrivo per Pianeta Serie B, TuttoPescaraCalcio e MondoPrimavera. Speaker radiofonico su Radio Centro Web.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.