Lecce-Ternana, Baroni: “Occasione sprecata? Ci sono molte cose positive. Gabriel non deve scusarsi”

BARONI LECCE – Marco Baroni, allenatore del Lecce, ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine della sfida contro la Ternana. Le sue parole riportate da “Calciolecce.it”: “Amarezza per una vittoria buttata via? Ci sono molte cose positive, noi eravamo senza Coda e abbiamo fatto tre reti. Siamo stati bravi in attacco, Olivieri mi è piaciuto tantissimo e se avesse segnato sarebbe stato perfetto. La squadra ha giocato contro un avversario non facile, rapido in avanti e bravo nelle verticalizzazioni. Attaccano sulla seconda palla. La prestazione mi ha soddisfatto, la squadra è viva sotto tanti punti di vista. Abbiamo commesso troppi errori per portare via la vittoria ma con un pizzico di fortuna in più potevamo trovare il quarto gol”.

Rodriguez? Abbiamo davanti Coda, Strefezza e Di Mariano che stanno facendo benissimo. Strefezza ha giocato bene, Olivieri ha tirato la profondità. Pablo è fondamentale e lo vogliamo far crescere in un percorso. Non è tanto il ruolo, lui è un giocatore che rompe, non gli chiedo di stare sull’esterno, è entrato bene come è entrato bene a Frosinone. Nell’arco di un campionato ci sarà il momento per lui dall’inizio. Non vedo nessuna problematica e sono contento di lui. So che vorrebbe giocare dall’inizio ma in questo momento lavoro su dei giocatori con determinati ruoli. E’ un mese che lavoro su Olivieri centrale e Rodriguez esterno, non cambio le carte dopo una partita. E’ un non problema”.

Gabriel? Non deve chiedere scusa, noi lo alleniamo anche per quella cosa e la responsabilità non è mia. Il portiere è una superiorità numerica e può sbagliare anche lui. Da questo punto di vista non devo dirgli niente. Ci siamo guardati e gli ho detto ‘da domani di più’. Lui ci aiuta in queste situazioni e sbagliare uno stop ci può stare. E’ una mia responsabilità e deve sentirsi sereno. E’ facile buttare via i palloni ma noi non li butteremo. Una volta si prende gol ma tante volte si creeranno condizioni per uscire dalla pressione”.

“Coi ragazzi abbiamo visto i filmati. Il primo gol è emblematico. Loro buttano la palla in avanti e Barreca ha fatto scorrere la palla mentre noi non siamo stati veloci a legarci coi centrocampisti. Dobbiamo essere più bravi nell’arretrare. Nel terzo gol il calciatore si è girato e ha calciato bene. Loro hanno della qualità davanti, sanno andare in verticale e noi sapevamo che potevamo esporci a queste transizioni. Abbiamo fatto bene difensivamente per me. Sarà un paradosso ma ora voglio rivedere la partita per rivedere bene. Ritengo che ci siano stati più errori individuali”.

Nato a Palermo nel 1996. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni presso l'Università degli Studi di Palermo e studente specializzando in Televisione, Cinema e New Media alla IULM.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.