Chievo, Aglietti: “Si parla troppo del negativo, ma la squadra sta facendo ottime cose”

AGLIETTI CHIEVO NEGATIVO – Alfredo Aglietti, allenatore del Chievo Verona, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara col Cittadella valida per il recupero del 15° turno di Serie B.

“Ci sono stati tanti rinvii, tante gare ravvicinate che hanno reso la vita difficile sia a noi che alle altre squadre. Noi cercheremo di fare nostra la partita col Cittadella, anche se non è mai facile contro di loro. Vincere significherebbe continuare sulla buona strada che stiamo seguendo e fare un bel balzo in classifica in vista del girone di ritorno. Il gruppo dei granata ha un’identità ben precisa e sta assieme da tanti anni con lo stesso tecnico. Si parla poco di Venturato, dando più risalto forse a società e calciatori. Tendono a verticalizzare subito, hanno una filosofia ben chiara e ogni anno fanno meglio.

Io non mi lamento mai di assenti o altre dinamiche e anche alla squadra cerco di dare poche giustificazioni e tirare fuori il meglio. Resta vero, però, che ad Ascoli abbiamo trovato un campo non facile alla terza sfida in sette giorni. Si deve quindi anche pensare alle insidie che ogni match può riservare, ritenere di poter dominare su ogni campo sarebbe da presuntuosi. Siamo una buona squadra, ma le corazzate sono altre. Noi stiamo facendo bene, abbiamo la miglior difesa e non perdiamo da nove turni. Si parla troppo del negativo e io invece voglio esaltare ciò che i ragazzi stanno facendo. Se anche non riuscissimo a ottenere i tre punti il girone d’andata resterebbe ottimo.

Qualcosa bisognerà cambiare, anche per questioni fisiologiche legate alla stanchezza. La nostra filosofia è ben chiara e infatti la squadra ha retto anche i turn-over. Soprattutto davanti dei titolari fissi non ci sono e proprio per questo i ragazzi devono sfruttare ogni occasione a disposizione. Sarà importante recuperare energie sul piano mentale e ci sarà spazio per tanti, se non per tutti: mi aspetto che il gruppo risponda presente.”

bonus
Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.