Empoli, Accardi: “Questa piazza deve essere vista come un trampolino di lancio. L’idea di calcio di Dionisi si avvicina a quella del club”

ACCARDI EMPOLI DIONISI – Intervistato dalla rivista L’Ultimo Uomo Pietro Accardi, direttore sportivo dell’Empoli, ha parlato della splendida realtà azzurra e della scelta della società di affidare la guida tecnica della compagine toscana ad Alessio Dionisi. Ecco un estratto delle sue dichiarazioni da EmpoliChannel.it:

“Empoli è una realtà particolare. Se cerchi un giocatore esperto e non viene con grande motivazione, fa fatica. Deve esser vista come un trampolino di lancio. Empoli vive di plusvalenze e di vendite, deve ricreare“.

Sulla scelta di Dionisi: “Lo seguivamo a tempo. Giocava col 4-3-3 poi all’Imolese ha cambiato perché aveva giocatori con determinate caratteristiche, è bravo e li ha messi in condizione di esprimersi“.

Sulla divisione dei rispettivi ruoli: “Siamo molto rispettosi, i ruoli sono determinanti. Non dirò mai all’allenatore chi deve far giocare né come. Mi confronto, dico il mio punto di vista, ma poi decide lui. In Dionisi abbiamo visto capacità e competenza per far esprimere il potenziale che gli abbiamo messo a disposizione. L’idea di calcio di Dionisi si avvicinava molto all’idea di calcio che ha l’Empoli. Cioè di una squadra organizzata, con le idee chiare, che sa cosa fare”

bonus
22 anni, vivo e studio a Catanzaro. Amante a 360 gradi dello sport più bello del mondo: calcio internazionale, Serie A, B e C sono il mio ossigeno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.