Benevento, Bucchi: “Complimenti ai tifosi, non hanno mai smesso d’aiutarci”

BUCCHI BENEVENTO LECCE – Christian Bucchi, allenatore del Benevento, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa dopo il pari col Lecce. Ecco le sue parole riportate da Ottopagine.it: “Mi aspettavo un atteggiamento del genere da parte del Lecce. Tutte le nostre avversarie cercheranno di toglierci i nostri uomini di qualità, come Viola. Ho provato ad abbassarlo in mezzo ai due centrali per fargli fare una scelta, in modo da darci uno spazio sui terzini. Purtroppo la prestazione non è stata positiva, con un giro palla lento e tanti errori che hanno dato coraggio al Lecce. Siamo stati troppo contratti: non eravamo noi. Forse un esordio davanti a una simile cornice di pubblico si è rivelato un po’ frenante. Nella ripresa, invece, mi è piaciuto lo spirito al di là dei gol subiti, con una maggiore pressione e ci siamo anche difesi meglio. Sarà importante prendere le cose negative e migliorarle. Faccio i complimenti anche ai nostri tifosi, dato che anche sul 3-0 non hanno mai spesso di aiutarci. Dobbiamo essere bravi a saper cambiare di partita in partita. La scelta dei calciatori fatti nel corso del mercato rispetta questo punto di vista, dato che possono occupare più posizioni. Cerco sempre di muovere i centrocampisti per non dare riferimenti, in modo da saper giocare in mille modi diversi. Le difficoltà saranno costanti. I nuovi entrati? Il loro atteggiamento mentale è stato determinate. Asencio, ad esempio, voleva spaccare la partita e ci è riuscito, così come Buonaiuto e Ricci che hanno dato una maggiore ampiezza. Il secondo gol è nato da un errore di Di Chiara, mentre il terzo è stato fortunoso. Per quanto riguarda la rete di Mancosu diamo meriti anche all’avversario. Il reparto non ha commesso errori e di questo sono felice. Quelli individuali si possono correggere, quindi non sono affatto preoccupato. Letizia? Ha vissuto un momento particolare: il mercato l’ha distratto ed è stato anche fuori per problemi fisici. Nelle gare di Coppa Italia ho trovato una buona quadratura e ho preferito confermare quell’undici. In questo inizio di stagione ci è mancata la giusta continuità. Personalmente avrei giocato subito, ma dobbiamo essere bravi ad avere pazienza”.

FONTE: Ottopagine.it

 

Salve a tutti! Mi chiamo Francesco Gala ed ho 26 anni. Giornalista Pubblicista e Laureato Magistrale in Comunicazione Pubblica, Sociale e Politica. Lo sport ed il giornalismo sono due passioni che da sempre fanno parte di me. Dirigo la testata PianetaSerieB.it e quotidianamente insieme al mio team provo a fare un lavoro da Serie A per un portale che si occupa di Serie B. Mi trovi anche su PianetaChampions.it!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.