Cittadella, Venturato: “Dovremo essere sereni e lucidi, il Venezia ha grande identità”

VENTURATO CITTADELLA LUCIDI – Alla vigilia dell’andata della finale playoff col Venezia, l’allenatore del Cittadella Roberto Venturato ha parlato alla stampa.

Ecco le sue dichiarazioni, riprese da Trivenetogoal.it:

“La difficoltà più grande è quella di recuperare le energie da parte di tutti. Giocare dopo tre giorni è dura per chiunque, è il primo aspetto che abbiamo cercato di curare. Dobbiamo essere molto bravi a interpretare entrambe le partite nel corso dei 180 minuti. Andiamo a giocare con una squadra con una grande identità e con due risultati a disposizione. Dobbiamo essere molto bravi ad avere la serenità e la lucidità di giocare per quelle che sono le nostre caratteristiche.

Credo che dobbiamo essere bravi a capire cosa vuol dire gestire un risultato. Gestire significa mantenere l’identità e fare quello che siamo bravi a fare. Se siamo aggressivi e teniamo la squadra molto corta. La stanchezza ha portato a un altro tipo di atteggiamento, quello che ha detto Iori è la testimonianza della consapevolezza che c’è all’interno di questo gruppo. Dobbiamo cercare di fare qualcosa di meglio. Riuscire a capire di mantenere l’identità è un valore assoluto.

All’interno di 180 minuti dobbiamo essere bravi a interpretare la situazione, lo abbiamo fatto a Monza pur non essendo aggressivi davanti. Il Venezia avrà due risultati a favore e ha grandi capacità come ha dimostrato sino a questo momento. La cosa più importante in questi tre giorni è recuperare energie fisiche e mentali. Non è semplice, è un fattore che in queste partite che si susseguono può condizionare.

C’è un grande obiettivo di fronte da andare a conquistare e tutti noi siamo concentrati su questo. Domani mattina ci sarà un ultimo test per capire come stanno i ragazzi. Sia Tavernelli che Beretta hanno recuperato completamente e c’è una possibilità in più da valutare con attenzione. Cittadella e Venezia cercano di esprimere il loro gioco e questo diventerà importante per entrambe. Sarà una partita fra due squadre che provano a giocare. E’ talmente importante la posta in palio che il risultato diventa fondamentale.

Sicuramente una finale del genere era difficile da pronosticare, c’erano squadre di grande valore. Il Venezia è andata in crescendo nel girone di ritorno. Il Veneto e il Friuli Venezia Giulia sono territori che stanno esprimendo risultati straordinari, una risorsa importante per queste due regioni. Mi auguro che ci sia grande attenzione per queste due regioni che si mantengano nel tempo.”

Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.