ESCLUSIVA PSB – Stellone: “Felicissimo per la riammissione del Palermo, risultati sportivi merito dei ragazzi”

STELLONE PALERMO ESCLUSIVA – La nostra Redazione ha contattato in esclusiva l’ex tecnico del Palermo Roberto Stellone per commentare con lui la riammissione dei rosanero in Serie B. Nonostante l’esonero a poche giornate dal termine del campionato, l’allenatore ha saputo gestire una situazione non facile sul piano societario, trasferendo serenità e combattività a tutto l’ambiente. Oltre alle vicende siciliane, è stata spesa qualche battuta per la finale play-off tra Verona Cittadella.

L’esperienza a Palermo è stata certamente ricca di travaglio, ma immagino che la riammissione della squadra sia per te motivo di gioia. Ci sono parole che desideri spendere a riguardo?

“Dopo la precedente sentenza è stata finalmente fatta giustizia. Dispiace perché il gruppo era in grado di lottare per la promozione in Serie A, ma per come si erano messe le cose è un buon risultato. Sono felicissimo per la città, per i ragazzi e per la nuova società.

In mille interviste ti avranno chiesto quanto è stato difficile allenare in un frangente così complicato, ma voglio farlo ancora una volta…

“Abbiamo fatto cose importanti, soprattutto nel girone d’andata: considero questa stagione piena di soddisfazioni. Penso che se siamo riusciti a isolarci da ciò che è accaduto fuori dal campo il merito va dato in gran parte ai calciatori.”

Parliamo di calcio giocato e quindi di finale play-off. Chi tra Verona e Cittadella parte secondo te col favore del pronostico?

“La squadra di Aglietti ha dalla sua il vantaggio dettato dalla miglior posizione in classifica, ma il Cittadella arriva alla gara sulle ali dell’entusiasmo dopo due turni passati in trasferta. Nessuno avrebbe immaginato che potessero spingersi tanto avanti, invece hanno ribaltato con merito la partita col Benevento e possono giocarsi questa grande chance. Ci attendono due partite belle e aperte a ogni esito: tutto sarà possibile.

Il modello Cittadella fa scuola da sempre, ma adesso comincia a cogliere anche dei risultati sportivi strabilianti.

“Dietro c’è grande organizzazione societaria e il direttore Marchetti è abile nella scelta di elementi sempre funzionali alle esigenze di un ottimo allenatore come Venturato. Costituiscono una bella realtà, che aiuta ogni giocatore ad esprimersi al massimo. Non è un caso se centrano da tre anni gli spareggi promozione e meritano i complimenti per la prima finale raggiunta.”

 

 

 

Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.