Vicenza, Di Carlo: “Contro il Pisa prestazione di spessore, a Ferrara servirà essere forti e liberi di testa. Tre punti per ripartire”

DI CARLO VICENZA SPAL – Domenico Di Carlo, tecnico del Vicenza, è intervenuto in sala stampa alla vigilia della delicatissima trasferta di Ferrara che attende i biancorossi contro la SPAL, in programma domani alle ore 20:30 al “Paolo Mazza”:

“Ora la tenuta nervosa è più importante del resto? Sicuramente bisogna essere forti di testa e tenere la mente sgombra dopo la prestazione di spessore alto con il Pisa. Abbiamo dato un segnale forte e dare continuità, continuando così l’atteggiamento visto con il Pisa dà fiducia. Quattro partite zero punti: c’è un dato e un fatto importante, sabato il gol di Ranocchia poteva essere la svolta, tutto lo staff e lo stadio erano esplosi, la sconfitta è stata un peccato. I tifosi si sono rivelati all’altezza, ora servono i punti, tutti abbiamo voglia di portare a casa i punti che servono per ripartire. Abbiamo perso Bruscagin e Lanzafame, il resto del gruppo non riusciamo a recuperare Diaw e Taugourdeau, sceglierò domani la formazione perchè contro il Pisa abbiamo speso molto a livello mentale. Bruscagin sta meglio, sembrava più grave e ora deve fare esami strumentali. Meggiorini può tenere a distanza di tre giorni? Ormai lo conosciamo, è rientrato da poco, se lo avesse fatto tempo fa starebbe meglio, lo stesso dicasi per Rigoni. Proia continuerà a fare il trequartista? L’idea è dare continuità a quello che abbiamo fatto con il Pisa, dando sicurezza e se posso metterò in campo la maggior parte dei giocatori. L’unico reparto in cui sono tranquillo è la difesa perchè abbiamo tutti i giocatori forti. Sapere di essere perennemente sotto esame può creare problemi? Sabato dovevamo capire se potevamo dare un segnale e abbiamo rivisto il Vicenza e abbiamo rimesso in campo le nostre caratteristiche, voglio che i ragazzi abbiano fiducia e ridare entusiasmo, io sono tranquillissimo nello stesso tempo sappiamo che bisogna correre un po’ di più per recuperare i punti persi. Dagli errori bisogna essere bravi a compattarsi e migliorarsi, la fiducia c’è, abbiamo bisogno di un risultato per ripartire” – riporta TrivenetoGoal.it.

22 anni, vivo e studio a Catanzaro. Amante a 360 gradi dello sport più bello del mondo: calcio internazionale, Serie A, B e C sono il mio ossigeno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.