Caso Chievo – Clivensi bocciati dal CONI, le motivazioni: “Inadempienze tributarie dal 2014 al 2018”

CASO CHIEVO CONI – Successivamente il no al ricorso del Chievo Verona contro l’esclusione dal campionato di Serie B il CONI ha pubblicato le motivazioni della sentenza emessa lunedì scorso.

Nel documento si parla di mancanza dei requisiti per l’ottenimento della Licenza Nazionale necessaria per la partecipazione ai campionati professionistici. Inoltre, si legge: “Secondo la Covisoc, il deficit impediente consiste nella situazione di inadempimento di debiti tributari, segnatamente IVA risalente ai periodi d’imposta 2014-2018, per i quali – alla data discriminante del 28 giugno 2021 – la Società risultava decaduta dalle “procedure di pagamento rateale in precedenza in itinere“.
FONTE: TMW

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.