Al “Rigamonti” termina 1-1: a Morosini risponde Monachello

BRESCIA PESCARA – Al “Rigamonti” va in scena Brescia-Pescara. I padroni di casa per dare la sterzata, gli ospiti per bissare la vittoria sul Livorno. Nel primo tempo, dopo le prime timide battute di gioco, al 10′ il Brescia crea la prima occasione con Donnarumma, senza esito. Al 18′ risponde il Pescara con un’incursione di Antonucci, ma la difesa delle Rondinelle è attenta. Al 24′ fallo su Brugman in area e rigore per gli ospiti: va dal dischetto Cocco ma Alfonso para con i piedi. Al 37′ grande spaccata di Torregrossa su cross tagliato di Curcio, ma la conclusione si spegne a lato. Nel finale di tempo ci vuole un nuovo intervento di Alfonso per tenere il risultato inchiodato sullo 0-0. Nella ripresa si rende protagonista anche Fiorillo: prima para un colpo di testa di Dall’Oglio, poi sventa i tentativi di Ndoj e Torregrossa. Gli ospiti si scuotono con l’ingresso di Monachello al posto di un impalpabile Cocco, forse condizionato dal rigore fallito. E’ lo stesso attaccante a sfiorare il goal su invito di Del Grosso, che sforna un assist preciso anche per Mancuso, ma Alfonso salva il risultato. Al 37′ vantaggio del Brescia con Morosini: lancio in area di Torregrossa per il taglio del giocatore che supera Gravillon e batte Fiorillo con un rasoterra. Nemmeno il tempo di esultare che Monachello fa 1-1: su una palla vagante in area, l’attaccante è rapidissimo a girarsi e a battere un superlativo Alfonso. Si conclude in parità il match. Un punto che serve a poco.

 

TABELLINO DEL MATCH

Brescia (4-3-1-2): Alfonso; Mateju, Romagnoli, Cistana, Curcio; Bisoli, Tonali, Dall’Oglio; Ndoj, Torregrossa, Donnarumma.

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Ciofani, Gravillon, Perrotta, Del Grosso; Melegoni, Brugman, Memushaj; Mancuso, Cocco, Antonucci.

AMMONITI: Gravillon (P).

MARCATORI: Rig. sbagliato da Cocco (P) al 24′; al 37′ st Morosini (B); al 43′ st Mona c

bonus
Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.