Perugia, Nesta: “Il mio punto di riferimento è Ancelotti”

Nesta Perugia

NESTA PERUGIA – Alessandro Nesta, ex campione del Milan e attuale tecnico del Perugia, si è raccontato alla Gazzetta dello Sport.

Sull’espulsione e i 3.000 euro di multa: “Mi devo un po’ regolare, vivo la partita intensamente. Mi ero arrabbiato per l’espulsione di un nostro ragazzo. Prima c’era più collaborazione ma lasciamo stare”. Sul modulo: “Da difensore giocavo a 4, ma quando si inizia ad allenare bisogna conoscere tutti i moduli e adattarli alle caratteristiche dei giocatori”. Sui concetti base: “Aggressione, possesso e dinamismo. Ma la cosa più importante è fare goal”. Sui suoi modelli: “Mi piace Giampaolo, come si prepara, è meticoloso. Ma il mio punto di riferimento è Ancelotti. Ha grande entusiasmo e vorrei essere come lui, anche se io mi arrabbio molto di più. Certo, quando si arrabbiava lui, si sentiva!”.

Sui turni di riposo e le soste Nazionali: “Per noi è un bene perchè la squadra è stata fatta tardi”. Sui pochi italiani: “Bisogna alzare il livello del calcio italiano. Siamo in ritardo nella crescita dei giocatori”. Sugli stranieri: “Una società guarda le qualità, non il passaporto”. Su Luca Vido, attaccante scuola Milan: “E’ un ragazzo interessante, è partito molto bene, è il suo momento e deve esplodere. Lo sa. E’ un attaccante atipico, completo, ha varie giocate e può fare anche il trequartista”.

bonus
Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.