Vicenza, Nalini: “Sto bene, vorrei portare questa squadra il più in alto possibile”

NALINI VICENZA – Andrea Nalini, attaccante del Vicenza, ha parlato a seguito della partita vinta ieri contro la Cremonese. Ecco quanto raccolto dal sito ufficiale del Lane: “Un’emozione indescrivibile perché il gol è la realizzazione di tutto, che ogni giocatore ambisce. Credo che in questo goal ci sia tutta la rabbia, la sofferenza e tutto il trascorso che ho avuto, anche per l’ultimo infortunio e adesso spero di trovare la continuità che serve a me, per dare ai miei compagni, alla società e a chi mi sta vicino questa continuità che mi manca e fare bene. Il goal lo dedico soprattutto alla mia famiglia, a mia moglie e al mio bimbo che mi sono sempre stati vicini in questi anni di poca continuità dovuta agli infortuni. Qui a Vicenza sto da Dio, sto bene e vorrei portare il Vicenza il più in alto possibile.

Mesi difficili? Li ho vissuti sempre non mollando, sembra una frase fatta ma è così, perché se non molli, anche se magari all’inizio trovi delle difficoltà, poi la strada ritorna in discesa e arrivano i risultati. Come sto? Mi manca il ritmo partita però credo che subentrando posso dire la mia quando la squadra avversaria è un po’ stanca. Importanti i recuperi di tutti i giocatori? Abbiamo una rosa forte a mio avviso e dobbiamo dimostrarlo partita dopo partita. Adesso lunedì arriva il Chievo e sappiamo che la Serie B è un campionato tosto per cui non dobbiamo mollare, dobbiamo pensare al Chievo perché bisogna andare la con il coltello tra i denti e portare a casa punti“.

bonus
Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.