Vicenza, l’ex Gonzalez: “Seguo sempre i Lanerossi con affetto. Auguro loro il meglio”

stadio vicenza

GONZALEZ VICENZA – Julio Gonzalez, ex attaccante del Vicenza, è ancora legatissimo all’ambiente biancorosso e ne ha parlato ai microfoni di trivenetogoal.it:

Cosa ricordi con piacere di Vicenza? «Praticamente tutto, in particolare i miei compagni, gli allenamenti, le domeniche allo stadio, il tifo e segnare per la squadra. Inoltre sentire così vicino tanta gente che mi vuole così bene è la cosa più bella: questo rapporto si è rinforzato dopo l’incidente, si è fatto più forte e continua a durare nel tempo. Sento questa amicizia e il bene che mi vuole Vicenza nonostante la distanza che è molta, sapere che tra qualche giorno ritornerò mi mette allegria e una felicità che non si può descrivere a parole e sono veramente emozionato.

Quali sono le cose che ti legano a questa città? Il modo in cui Vicenza ha reagito al mio incidente: la vicinanza e il supporto, insieme all’essere disponibili per me. Un esempio che porto sempre è che in quell’incidente ho perso quasi tutto il sangue che avevo in corpo e quello che poi ho ricevuto è arrivato grazie alla trasfusione e ora più del 90 % di ciò che scorre nelle mie vene è sangue vicentino ed italiano, da persone che lo hanno donato, ed ora è dentro di me. Praticamente i vicentini mi hanno ridato la vita: così come Dio ha fatto con me, i vicentini mi hanno dato una seconda opportunità e io non potrò mai ripagare tutto quello che l’Italia ha fatto per me, nemmeno con dieci vite.

Ho sempre contatto con vicentini e con tifosi del Lanerossi,  quando tornerò la settimana prossima farò metà partita in Curva Sud e metà in tribuna perchè vorrei ritrovare la gente che mi ha dato supporto e voglio ripagarli di tante cose che hanno fatto per me. Durante Vicenza-Reggina sarò lì e spero di poter abbracciare tutti.

Sull’inizio dei Lanerossi. Il Vicenza lo seguo sempre, so che l’inizio di campionato è stato molto difficile e le cose non sono riuscite bene, io stimo molto Mimmo Di Carlo, ha lasciato la panchina ed è un peccato ma ora auguro il meglio alla squadra e a mister Brocchi, dopo la vittoria con il Pordenone spero che il Lane prosegua sulla quella strada per festeggiare a fine anno la promozione in serie A: è la cosa che tutta la città vuole. Faccio i miei migliori auguri a Brocchi.

Secondo te cosa dovrà fare per recuperare posizioni in campionato? La cosa migliore che Brocchi può fare è cercare di tirare fuori la grinta del gruppo e lavorare all’interno di ogni giocatore  sugli obiettivi personali di ognuno e farne il punto di forza. Quello che aiuterà di più sarà vincere le partite, e dopo la vittoria con il Pordenone tutto diventerà più semplice perchè i tre punti portano pace e serenità per uscire da questa situazione».

Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.