Incubo Spezia: al “Picco” il Trapani vince 4-2

SPEZIA TRAPANI – Lo Spezia affronta il Trapani, nel match domenicale di Serie B. Le due compagini non se la passano per niente bene e hanno bisogno di ossigeno. Al 19′ gli ospiti passano clamorosamente in vantaggio: erroraccio di Krapikas che rilancia addosso all’accorrente Nzola. 0-1. Reagisce lo Spezia che ci prova con Delano, ma il suo tiro termina alto. Al 34′ raddoppio del Trapani: cross rasoterra dalla sinistra, sul secondo palo arriva Luperini che anticipa Ferrer e insacca. 0-2. Accorcia le distanze lo Spezia al 39′, primo centro in maglia bianca per Ragusa che servito sulla destra da Maggiore calcia a incrociare e batte Carnesecchi. 1-2 al Picco. Passa un minuto ed il Trapani si rimette a distanza di sicurezza: è Pettinari che, servito in area di rigore da Del Prete, si infila nella difesa aquilotta e batte Krapikas. 1-3.

Nella ripresa, l’incubo per i padroni di casa prosegue. Al 60′ contropiede micidiale del Trapani, la palla finisce sul destro di Pettinari che calcia forte sotto la traversa non lasciando scampo a Krapikas. Doppietta per il numero 32 e rete dell’1-4. Al 74′ lo Spezia riprova a farsi sotto: a segnare è Bartolomei, il cui tiro termina sotto l’incrocio. Forcing finale dei padroni di casa che provano a centrare il terzo gol ma senza impensierire la retroguardia trapanese. Termina così 2-4. Vince il Trapani. Notte fonda per lo Spezia, con mister Italiano che rischia, ora, seriamente la panchina.

 

TABELLINO DEL MATCH

MARCATORI: Nzola al 19′, Luperini al 34′, Ragusa al 39′, Pettinari al 40′ e al 60′, Bartolomei al 74′

AMMONITI: Del Prete (T).

Spezia (4-3-3): Krapikas; Ferrer, Capradossi, Terzi, Bastoni; Maggiore, M. Ricci, Mora; Ragusa, Delano, Gyasi.

Trapani (4-3-3): Carnesecchi; Del Prete, Scognamillo, Pagliarulo, Jakimovski; Luperini, Taugourdeau, Aloi; Nzola, Pettinari, Moscati.

Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.