Benevento, Inzaghi: “Sono sempre stato leale con i calciatori, anche a costo di far male”

INZAGHI BENEVENTO – Filippo Inzaghi, allenatore del Benevento, ha risposto ad alcune domande de “La Gazzetta dello Sport“: “Quanto orgoglio ho messo in questa avventura? Era soprattutto curiosità, anche per la prima volta al Sud. Sapevo la forza della società e della squadra, e sono stati bravi i ragazzi. Come ho conquistato i giocatori? Sono sempre stato leale, anche a costo di far male. Hanno anche apprezzato il lavoro e l’impegno mio e dello staff. Non rimprovero mai un giocatore per un errore, ma per mancanza di atteggiamento giusto e questo c’è sempre stato. Un Inzaghi diverso quello che tornerà in Serie A? Ogni anno si migliora e ci si aggiorna. Io ho capito che non è solo l’allenatore a determinare, ma i giocatori: noi dobbiamo preparare bene le partite. I tecnici che ho apprezzato in B? Tanti. Sono contento per Nesta, che ha fatto bene ed è un amico, come Stroppa. Italiano ha fatto vedere un ottimo calcio. Tesser sta facendo cose straordinarie, mi piacciono Caserta e D’Angelo: cambiano moduli e sono lo stesso sempre concreti. E poi è tornato Aglietti: un brutto cliente per tutti“.

bonus
Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.