Ascoli, Zebli: “Volevo tornare in Italia. Ho trovato un bellissimo gruppo”

ZEBLI ASCOLI – Presentato quest’oggi dinanzi alla stampa, arrivano le prime parole da calciatore dell’Ascoli di Pierre Desiré Zebli. Ecco quanto apparso sul sito ufficiale del Picchio: “Quando il mio procuratore mi ha parlato dell’interesse dell’Ascoli ho detto subito sì sia perché volevo tornare in Italia sia perché questo Club ha lanciato tanti giocatori come Orsolini e Favilli e quindi credo sia la squadra giusta per fare bene. Ho trovato un bellissimo gruppo, un bravo allenatore, che non conoscevo personalmente ma di fama perché mi hanno parlato molto bene di lui tanti ex compagni;  della sua validità sto avendo prova negli allenamenti, mi dà sempre consigli. Conoscevo già Baldini per aver condiviso l’esperienza nelle giovanili dell’Inter, eravamo insieme  in convitto. Conosco il campionato di B, a Perugia ho giocato tanto; poi l’esperienza al Genk non è stata positiva, ma il passato lo lascio alle spalle e volto pagina. Sono qui per dare una mano alla squadra a prescindere dal ruolo in cui il Mister mi schiererà, ho ricoperto per lo più il ruolo davanti alla difesa, ma mezzala o play maker non importa, voglio dare il mio contributo alla squadra e con voglia e determinazione si può ottenere qualunque cosa. Il mio sogno? Vincere e centrare gli obiettivi prefissati. Con questo gruppo penso che potremo toglierci delle belle soddisfazioni, ci sono tanti giocatori bravi ed esperti e, se renderemo sul campo quello che il Mister ci chiede in allenamento, faremo bene sicuramente. I tifosi? Quando giochi ad Ascoli da avversario devo dire che incutono un po’ paura, è una tifoseria che mi è sempre piaciuta perché trasmette gioia“.

Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.