Benevento, Vigorito: “Inzaghi feroce come quando era calciatore. Ecco il suo metodo”

VIGORITO BENEVENTO – Oreste Vigorito, presidente del Benevento, ha parlato del tecnico Filippo Inzaghi ai microfoni di Sky Sport 24. Ecco quanto evidenziato dai colleghi di anteprima24.it: “Inzaghi ha trasferito nel ruolo di allenatore la ferocia che aveva da centravanti. Per lui non esistono le partite, esiste solo la vittoria da raggiungere con qualunque mezzo, sportivamente parlando. Adatta la squadra all’avversario indipendentemente dalla riconoscenza. Per lui anche il protagonista della domenica precedente, se è meno funzionale rispetto all’avversario che bisogna affrontare, si accomoda in panchina. È così che decide ed è un allenatore che tiene molto ai rapporti umani. Mi ha chiesto i mezzi tecnologici migliori ma vuole anche un calcio antico. Preferisce che i giocatori escano di più e stiano di meno a giocare a play station, chiusi nelle loro stanze. Vuole che i calciatori vadano a passeggio dopo cena, in modo che possano parlare tra di loro. Non ama il cellulare e perseguita i calciatori se arrivano in ritardo a pranzo. Non ero più abituato ad andare in ritiro e vedere così tanto i calciatori, prima erano chiusi sempre nelle loro stanze. Dopo la sfida contro il Perugia gli ho detto ‘mister, stia su. Altre trenta vittorie e siamo in serie A. Si faccia una risata’. L’ho detto così, per sdrammatizzare. Credo che sia nato per vivere la sua vita su un campo di calcio.

Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.