Cittadella, Venturato: “Partita equilibrata, il Venezia ha segnato su un nostro errore”

VENTURATO CITTADELLA – Roberto Venturato, allenatore del Cittadella, ha commentato il KO contro il Venezia ai microfoni di DAZN: “Poca libertà mentale e brillantezza da parte nostra? Non ho avuto questa sensazione. Ho visto una squadra che ha fatto girare il pallone in maniera molto veloce, non siamo riusciti in qualche situazione ad attaccare lo spazio con il tempo giusto per arrivare alla conclusione ma credo che abbiamo giocato molto, riuscendo a creare due occasioni molto importanti, lo stesso numero del Venezia. È stata una partita molto equilibrata, il Venezia ha fatto gol su un grave errore nostro. Nel secondo tempo abbiamo attaccato solo noi, il grande equilibrio è stato penalizzato da un grave errore, fattispecie che ci ha condizionato nel corso del campionato. Abbiamo regalato una situazione ai nostri avversari, ma in termini di prestazione e voglia di stare in campo credo che la nostra gara sia stata buona.

Il ritorno? Sarà una partita difficile, il Venezia è una squadra che si chiude molto e riparte con gente che ha grande gamba. Dobbiamo avere la serenità e la capacità di giocarcela fino in fondo. Più attaccanti al ritorno? C’è da valutare la questione recupero, perché quando si giocano tante partite così dobbiamo prestare attenzione a questo aspetto. Dovremo affrontare il match con equilibrio ma, per andare in Serie A, dobbiamo vincere. Sarà una sfida in cui gli attaccanti e i calciatori offensivi saranno importanti.

Poca superiorità generata con Branca e Vita? Questo aspetto ci ha un po’ condizionato, siamo arrivati poco a crossare e a dare ampiezza, è un errore che abbiamo commesso. Tutto ciò ci ha impedito di trovare più occasioni da gol. Come sta Baldini? Non dovrebbe essere nulla di grave, probabilmente un po’ di affaticamento, avendo giocato tre giorni fa e una gara praticamente intera oggi. Valuteremo domani“.

Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.