Show della Ternana all’Arechi, ma la difesa balla: finisce 3-3 con la Salernitana

Allo stadio Arechi ha preso vita il posticipo della seconda giornata in cui la Salernitana ha ospitato la Ternana. Le due squadre, dopo il pareggio all’esordio, sono alla ricerca dei tre punti e l’avvio di partita lo dimostra. Gli uomini di Bollini, infatti, spingono dal primo minuto il piede sull’acceleratore grazie ai due esterni d’attacco, Sprocati Gatto, abili ad offrire dal fondo del campo palloni pericolosi per Bocalon e gli inserimenti dei centrocampisti. Le Fere, pur con qualche affanno, si difendono dagli assalti campani ed alla prima occasione trovano la via della rete in contropiede al minuto 23 con un sinistro chirurgico dal limite dell’area di Luca Tremolada. La squadra granata, tuttavia, ricomincia a macinare gioco come se nulla fosse accaduto e pareggia i conti col primo gol in Serie B di Riccardo Bocalon, il quale raccoglie un tiro al volo tentato da Sprocati e lo tramuta in gol. La situazione d’equilibrio dura, però, soltanto fino al 31′, minuto in cui Albadoro batte di testa Radunovic, servito da uno splendido traversone dalla sinistra del sorprendente Tiscione, trequartista che approdato inspiegabilmente in cadetteria soltanto ora a 31 anni. In seguito all’1-2 il primo tempo scivola via ad un’intensità leggermente inferiore, ma l’avvio di ripresa è col botto: ancora Bocalon al 49′ riacciuffa la parità grazie ad una sassata dai 16 metri che tocca il palo ed entra in porta. La Ternana, invece di accusare il colpo, reagisce con smisurata personalità e si trova nuovamente in vantaggio dopo meno di 10 minuti a causa di un autogol di Bernardini, sfortunato a deviare alle spalle del suo portiere il cross di Varone. La Salernitana, a sua volta, dimostra di essere una squadra mai doma ed intorno alla mezz’ora prima si rende minacciosa con la traversa colpita dal tiro a giro di Sprocati e poi realizza il 3-3 con Vitale su un rigore causato dal tocco di mano di Paolucci. Il finale di partita, nonostante gli alti ritmi, non vede nessuna delle due squadre riavvicinarsi ai tre punti. Partita spettacolare, dunque, in cui pregi offensivi e difetti del pacchetto arretrato sono emersi da ambo le parti: la Ternana, però, date le bassissime aspettative degli addetti ai lavori, ha parecchio stupito, dando la costante sensazione di disporre di un potenziale davvero notevole. Mister Pochesci non sarà soddisfatto, lo stesso vale per Bollini, ma le loro squadre hanno fornito il miglior spot possibile al campionato di Serie B.

 

TABELLINO

Marcatori: 24’p.t.Tremolada; 31’p.t Albadoro; 13’s.t. Aut. Bernardini (T) 25’p.t. e 3’s.t. Bocalon; 33’s.t. Vitale (rig.) (S)

Salernitana (4-3-3): Radunovic; Pucino, Bernardini, Tuia, Vitale; Minala, Della Rocca , (16’s.t. Odjer), Ricci; Gatto (1’s.t.Rossi), Bocalon (36’s.t. Rodriguez), Sprocati. In panchina: Adamonis, Mantovani, Signorelli, Zito, Alex, Iliadis, Kadi, Asmah, Perico. Allenatore: Bollini

Ternana (4-2-3-1): Bleve; Valjent, Marino, Gasparetto, Favalli (24’s.t. Ferretti); Paolucci, Defendi; Tiscione, Finotto (5’s.t.Varone), Tremolada (11’s.t. Vitiello); Albadoro. In panchina: Sala,  Angiulli, Candellone, Taurino, Carretta, Bordin, Capitani, Franchini, Montalto. Allenatore: Pochesci.

Arbitro dell’incontro: Sig. Ros di Pordenone

 

 

Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.