Reggina, De Lillo: “Stiamo lavorando. La nuova proprietà troverà tutto pronto”

REGGINA DE LILLO FUTURO – Giorni di attesa, ansia per i tifosi amaranto ma con uno spiraglio di luce importante in vista del futuro. A parlare della situazione in casa amaranto è il rappresentante legale, Fabio De Lillo, ai microfoni della Gazzetta dello Sport.

Ecco le sue parole come riporta Citynow.it : “La scadenza del 16 maggio è stata rispettata, l’ho sottoscritta io con la supervisione dell’avvocato Perna. Siamo in continuo contatto, in ogni caso il bilancio non presenta sorprese, i numeri sono quelli lì, i debiti non superano il valore della società, all’incirca dai 10 ai 20 milioni la quotazione di un club della cadetteria. La Reggina rimane una società importate e allettante. Inoltre la nuova proprietà troverà sistemata la parte relativa alla rateizzazione del debito con l’Erario, l’iscrizione toccherà ai nuovi acquirenti. Nella volontà del presidente c’era l’intenzione di dare un futuro alla Reggina, con Gallo la squadra si sarebbe iscritta ugualmente, stava lavorando per darle un futuro migliore e tra le sue idee c’era la cessione, magari a gruppi più importanti per valorizzarla”.

Sul futuro della Reggina

“Lavoriamo giorno e notte per trasformare gli interessamenti in qualcosa di concreto. Sono il rappresentante legale della Reggina, non solo in Lega. Il ruolo che ricopro mi è stato rinnovato anche dallo stesso amministratore giudiziario. Sono un professionista per conto della Reggina, incarico dato in passato dal presidente Luca Gallo, ma non perché amico d’infanzia. Gallo ha creduto in me e poi con lui è nata un’amicizia che non rinnego. Adesso il mio ruolo è quello di traghettatore, cercando di fare in modo che i tanti interessati all’acquisizione della Reggina possano confrontarsi con me e con la stessa Perna. La figura di Gallo è stata sospesa momentaneamente. Quando c’è la nomina dell’amministratore unico da parte dell’avvocato Perna su via libera del Tribunale, passano i poteri e lo stesso professionista sarà il nuovo soggetto a fare da tramite verso la futura proprietà. La Reggina è in buone mani, quelle di Perna, che è molto brava e capace, sta cercando di risolvere tutte le problematiche. La Reggina 1914 non è sotto sequestro, la Reggina come società non ha problemi in questo senso.

Acquirenti? Stiamo lavorando e stiamo valutando, la cosa che conta è il bilancio da approvare dall’amministratore e poi sarà girato agli interessati. Il Tribunale farà da supervisore su tutto. Ad oggi le trattative sono interlocutorie, un acquirente non compra qualsiasi cosa a scatola chiusa, dopo il bilancio si può dare valore alla società. Fondi esteri? Non posso dire nulla, sicuramente la Reggina è appetibile”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.