Reggiana, Tosi: “A Lecce alcuni calciatori illegali. Dodici squadre in lotta per i playoff, noi…”

Doriano Tosi, Ds della Reggiana, ha parlato alla Gazzetta del Mezzogiorno della sfida al Lecce. Ecco le sue parole riportate da calciolecce.it: “Affronteremo il Lecce con la consapevolezza di dovercela vedere con una grande piazza, attrezzata per ben altri obiettivi rispetto ai nostri, ma tenendo fede a quelli che sono i principi di gioco che ci caratterizzano e cercando di sfruttare al meglio le doti che abbiamo a disposizione. Fatte le debite proporzioni, per la Reggiana, la sfida di domani avrà lo stesso grado di difficoltà che, in serie A, incontrerebbe una formazione costruita per salvarsi, andando a giocare sul terreno della Juventus. Siamo stati aggrediti dal virus ed in pochi giorni siamo diventati un focolaio. Purtroppo, mentre in C per molto meno è possibile rinviare una gara, tra i cadetti non è così. Quindi, abbiamo pagato un pesante tributo, perdendo con l’Ascoli, con la rosa decimata, rinviando il match col Cittadella e non presentandoci a Salerno. Alcuni sono quasi “illegali” per la B. Se proprio devo, ne indico due. Uno è Mancosu, che per qualità tecniche, in serie B, è assolutamente super. L’altro è Coda, un attaccante che non ha certo bisogno di essere presentato perché il suo valore è noto. Ci sono 12 squadre che sgomiteranno per meritare un posto nei play off. Tra queste, cinque o sei, tra le quali il Lecce, si contenderanno la promozione diretta. Le restanti 8, tra le quali la Reggiana, battaglieranno per conservare la categoria e per evitare i playout“.

bonus
Classe '96, amante del calcio e delle sue storie, innamorato della Serie B. Giornalista pubblicista dal settembre del 2020. Laureato in Scienze della Comunicazione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.