ESCLUSIVA PSB – Ascoli, Pulcinelli: “Sabiri? Lo stimiamo, ma ha commesso errori comportamentali”

PULCINELLI ASCOLI – Sessione di calciomercato che ha visto l’Ascoli sia sul fronte entrate che per quanto concerne le uscite. Un organico cambiato seguendo le indicazioni del tecnico Andrea Sottil, lui confermatissimo grazie all’ottimo lavoro svolto nella passata stagione. Il direttore sportivo Fabio Lupo è stato in prima linea nel processo di rinnovamento del Picchio e, a tal proposito, abbiamo raggiunto in esclusiva Massimo Pulcinelli, patron del club.

Non si può che cominciare chiedendole un parere sulla sessione di calciomercato appena conclusa.

“Abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi. Ci aspettiamo grandi cose da Iliev, così come il salto di qualità di Saric. Cito anche Caligara, che ci auguriamo possa consolidare il livello raggiunto l’anno scorso, dato che parliamo del ragazzo sul quale è stato fatto il più grande investimento economico della gestione Pulcinelli”.

Impossibile non chiederle di Sabiri.

“Era in uscita, ma nessun club di Serie A l’ha voluto effettivamente. L’unica offerta è arrivata dall’Arabia Saudita, ma la forma non era ricevibile. Ora attendiamo il ragazzo, che ha sicuramente commesso degli errori comportamentali, magari dovuti alla giovane età, per capire se tornerà quello che abbiamo visto soprattutto nella seconda parte dello scorso campionato, oppure per pensare a una collocazione altrove, in altri mercati. Noi gli vogliamo bene e lo stimiamo sempre, lo ricordiamo sorridente il giorno della salvezza contro il Cittadella”.

Quindi non è da escludere una sua cessione in questi giorni?

“Non sono da escludere né la cessione né il reintegro. Dico, ad ogni modo, una cosa: non prendere Sabiri in Serie A vuol dire che c’è tanta miopia, oppure che le cose vengono fatte solamente dai soliti noti”.

La classica conclusione: qual è il vostro obiettivo stagionale?

“Fare tre punti in ogni partita e raggiungere la salvezza il prima possibile, solo successivamente vedremo dove potremo arrivare”.

Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.