Vicenza, Magalini: “Convinti di aver lavorato bene. Penso di conoscere la B meglio di bookmakers e Gazzetta”

MAGALINI VICENZA BOOKMAKERS – Alla vigilia della prima gara di campionato contro il Venezia, il ds del Vicenza Giuseppe Magalini ha parlato in conferenza stampa.

Queste le sue dichiarazioni, riportate da TrivenetoGoal.it:

“Siamo convinti di aver lavorato nel modo giusto, abbiamo fatto operazioni che incontravano le esigenze della squadra. Sappiamo che dobbiamo fare ancora qualcosa nonostante le difficoltà che ci sono state. Ci siamo rinforzati sugli esterni, considero Nalini un altro acquisto visto che l’abbiamo visto poco l’anno scorso. Ci manca il portiere, abbiamo preso due attaccanti e vedremo di metterne dentro un altro. Il portiere? Abbiamo avuto un percorso estivo perché abbiamo un ragazzo del 2001 che ci ha messo in grandissima difficoltà nelle scelte. Mi assumo la responsabilità di questa situazione. La stessa storia accade per l’attaccante. Siamo stati lungimiranti, perché abbiamo portato a casa subito Meggiorini, che avevo già cercato lo scorso anno a gennaio. Abbiamo preso anche un giovane molto importante come Gori, che mi auguro che conoscerete presto. Non vedo fiumi di soldi che girano sul mercato, mi permetto di dire che il mondo del calcio non ha capito ancora bene quello che stiamo vivendo. In difesa pensavamo di intervenire sugli esterni, sui centrali pensiamo che siano all’altezza della categoria. Sappiamo che c’è una parte di rischio, mentre per quel che riguarda il centrocampo, c’è una valutazione di poter mettere un’altra pedina. Siamo convintissimi di avere gli esterni alti più forti del girone. Nalini è un valore aggiunto per la categoria, Giacomelli lo conosciamo tutti e Dalmonte ci porterà ottimi risultati. Se arriva un altro attaccante non uscirà nessuno, nonostante ci siano richieste dalle categorie inferiori per le nostre punte. Jallow è un giocatore importante, cerchiamo un giocatore dalle caratteristiche diverse rispetto a quelli che abbiamo. Dalmonte ho iniziato a trattarlo nel lockdown, ci sono tante situazioni in essere che cambiano da un giorno all’altro. Rigoni e Cinelli hanno rinnovato, Pontisso riteniamo che sia all’altezza di un salto di qualità. Non posso dire che non mi piacerebbe prendere “X” a centrocampo. La difesa? Lo scorso anno è stata la migliore, quest’anno ci sarà da soffrire. Questa Serie B è molto diverso dall’anno scorso, faccio fatica a vedere quattro squadre deboli. Credo di conoscere la Serie B meglio dei bookmakers e della Gazzetta. Crediamo di avere un organico che andrà a infastidire le squadre importanti.”

Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.