Il Chievo batte l’Entella e aggancia Crotone e Citta al terzo posto: 2-1 al “Bentegodi”

CHIEVO ENTELLA CRONACA – Con lo scopo di consolidare la propria posizione in zona play-off, il Chievo Verona ospita una Virtus Entella in cerca dell’affermazione esterna che manca ormai dal 31 agosto.

La partita si sblocca dopo appena due minuti: i padroni di casa aggrediscono sin da subito i Diavoli Neri e si procurano un corner battuto da Esposito e deviato da Cesar sulla caviglia di Vaisanen, il quale gira la palla in rete. La prima conclusione della formazione di Roberto Boscaglia giunge al 12′, quando Schenetti dalla corsia mancina cerca di servire Giuseppe De Luca sul secondo palo e la sfera viene allontanata dai difensori sul piede di Eramo. Il suo tentativo di potenza, però, si perde oltre il secondo palo. Dopo un approccio davvero critico l’undici ligure sale di tono col passare dei minuti, aumentando la pressione e affidandosi all’estro di un frizzante Schenetti. Al 28′, tuttavia, i Mussi Volanti tornano a farsi vedere dalle parti di Contini grazie a un’azione insistita di Meggiorini, che vince diversi duelli e calcia cadendo dal limite dell’area sfiorando il palo alla destra del portiere. Al 40′, nonostante stessero subendo il predominio territoriale avversario, i ragazzi di Marcolini raddoppiano: Dickmann serve Esposito a centro area dopo un dai e vai, segue l’azione e sfrutta il contrasto tra il compagno e Poli per riappropriarsi della sfera e calciarla in rete. Il portiere Contini nel frangente non brilla per rapidità nel tuffo, su una conclusione abbastanza lenta.

La ripresa avvia col cambio tra le fila degli ospiti, con l’avvicendamento tra un negativo Coulibaly Nizzetto. La vera svolta arriva però al minuto 54, grazie alla giocata personale di Giuseppe De Luca. La Zanzara affonda nella trequarti avversaria e dal limite dell’area convergendo da sinistra calcia nell’angolo basso senza lasciare scampo a Semper. Al 58′ Ceter, da poco subentrato a Rodriguez, ha l’opportunità del 3-1 sugli sviluppi di una rimessa laterale. Il suo tiro da distanza abbastanza ravvicinata, però, viene respinto da Contini. Al 68′ Fabrizio Poli deve lasciare il campo per Coppolaro dopo aver accusato un problema muscolare su cui bisognerà certamente indagare nei prossimi giorni. Sebbene il Chievo Verona non riesca a tenere il baricentro alto e ceda il pallino alla Virtus Entella, neppure la squadra in vantaggio punge con la dovuta cattiveria negli ultimi 20 metri e molti minuti trascorrono senza reali palle gol. All’87’ un affondo di Garritano aggira il centrocampo dei liguri, ma sul servizio in profondità per Meggiorini Chiosa si oppone con un eccezionale intervento e spedisce la sfera in corner. Proprio allo scoccare del 90′ Mancosu riceve un ottimo pallone dentro l’area, ma non riesce a inquadrare un angolo e permette a Semper di bloccare la palla senza particolari ansie.

Il match termina senza ulteriori sussulti da parte degli ospiti, che capitolano e si avvicinano pericolosamente ai bassifondi di una graduatoria cortissima. Il Chievo Verona, infatti, con appena 5 punti in più aggancia Crotone Cittadella al terzo posto.

 

ChievoVerona (4-3-1-2): Semper; Dickmann, Vaisanen, Cesar, Brivio; Segre (dall’89’ Pina Nunes), Obi, Esposito (dal 70′ Garritano); Vignato; Rodriguez (dal 53′ Ceter), Meggiorini. Allenatore Marcolini

Virtus Entella (3-5-2): Contini; Poli (dal 68′ Coppolaro), Pellizzer, Chiosa; Eramo, Schenetti, Coulibaly (dal 46′ Nizzetto), Paolucci, Sala; M. De Luca (dal 77′ Mancosu), G. De Luca. Allenatore Boscaglia

Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.