Succede tutto nel finale tra Brescia e Lecce: al “Rigamonti” è 1-1 nel big match

brescia

BRESCIA LECCE RIGAMONTI – Succede tutto nel finale nel big match del “Rigamonti” tra Brescia e Lecce: i salentini, dopo una vera e propria partita a scacchi, sembrano indirizzarla all’81’ con un colpo di testa del neo entrato Dermaku, ma i padroni di casa hanno la forza di riprenderla con un guizzo da bomber di capitan Bisoli a tre minuti dal fischio finale.

PRIMO TEMPO 

Pronti via, e subito una buona opportunità costruita dal Lecce: sgroppata sulla sinistra di Barreca che si fa metà campo in velocità mettendo in mezzo una palla insidiosa, spedita in corner da Chancellor dopo un flipper in area, condito da un doppio tentativo di testa di Coda e Strefezza non andato a buon fine. Risposta del Brescia al 3′: tentativo all’altezza del dischetto del rigore da parte di Tramoni, opposizione di Lucioni in corner. Al 6′ giallorossi ad un passo dal vantaggio: Strefezza converge sul sinistro, sul suo piede teoricamente debole, lasciando partire una conclusione quasi perfetta che sbatte sulla parte alta della traversa a Perilli battuto. Al 12′ conclusione da fuori da parte di Van de Looi smorzata da un difendente ospite: tutto facile per Bleve. Al 16′ cross di Di Mariano per l’inserimento del solito Strefezza che anticipa Chancellor non riuscendo però a impattare la sfera in maniera pulita, spedendola a lato. Meno spazi, ritmi più bassi  e squadre che provano a studiarsi con il passare dei minuti, dopo un avvio tutto sommato molto intenso. Al 29′, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Coda tenta l’eurogoal con un destro al volo: idea da applausi, ma tiro debole e centrale che viene facilmente bloccato da Perilli. Al 30′ erroraccio in fase di disimpegno dello stesso portiere dei lombardi: palla che arriva sui piedi di Coda la cui conclusione, forse troppo poco tempestiva, viene deviata in angolo. Al 41′ bella azione da destra verso sinistra della compagine salentina, con Coda che tenta una difficile conclusione con il sinistro piuttosto che premiare un ottimo inserimento di Di Mariano: palla facilmente tra le braccia di Perilli, ma scelta discutibile del bomber di Cava de’ Tirreni. Al 43′ il 9 giallorosso però si rifà premiando alla grande l’inserimento con i tempi giusti di Strefezza: destro secco dell’ex SPAL e intervento decisivo di Perilli che salva i suoi. Al 45′ Lecce ancora pericolosissimo sull’esse Strefezza-Coda: cross del brasiliano per l’Hispanico che colpisce di testa, trovando di nuovo la risposta decisiva del portiere biancoblu. E’ l’ultimo sussulto della prima frazione, che si conclude a reti inviolate.

SECONDO TEMPO 

Al 49′ ghiotta occasione per il Brescia: Bleve prima esce alla grande in tuffo su un insidioso cross dalla sinistra, e subito dopo, è decisivo sul tiro da fuori di Bertagnoli, bravo a raccogliere la respinta dello stesso estremo difensore ex Catanzaro, e a calciare forte con il destro verso la porta. Meglio le Rondinelle in avvio di ripresa: bella palla di Mateju per Bisoli, tiro sul primo palo del capitano dei lombardi che trova ancora attento Bleve. Al 53′ calcio d’angolo di Pajac che trova sul secondo palo il liberissimo Chancellor il quale, ostacolato clamorosamente da Cistana, non riesce a correggere in rete a due passi dalla linea di porta. Al 64′ arriva il momento di Rodrigo Palacio, che rileva Jagiello con l’intento di dare maggior incisività ed imprevedibilità all’attacco di Inzaghi. Al 68′ clamorosa occasione per i padroni di casa: angolo di Pajac, spizzata di Tramoni e tiro di prima intenzione nell’area piccola di Bisoli, che trova la superlativa risposta del solito Bleve. Al 75′ problema muscolare per Lucioni, protagonista di un’altra ottima prova: al suo posto Dermaku. Il calcio è proprio strano visto che, proprio l’ex Cosenza, porta in vantaggio i giallorossi all’81’ all’esordio stagionale, avvenuto un po’ per caso per i motivi di cui sopra: gran cross dalla sinistra di Barreca, colpo di testa dell’albanese che, complice un Perilli tutt’altro che impeccabile, si insacca sul palo lontano. Finale infuocato. All’87’ arriva il pareggio del Brescia: cross dalla sinistra di Pajac per Chancellor che colpisce di testa il palo, sulla ribattuta è Bisoli il più lesto a raccogliere la sfera e spedire in rete. Neanche il tempo di battere che Coda riporta di nuovo in vantaggio il Lecce con un delizioso scavino: tutto fermo però, vista la posizione di partenza in offside del centravanti giallorosso.

TABELLINO –

BRESCIA-LECCE 1-1: Dermaku 81′, Bisoli 87′

BRESCIA (4-3-2-1): Perilli; Mateju (Karacic 83′) , Cistana, Chancellor, Pajac; Bisoli, van de Looi, Bertagnoli (Olzer 83′); Tramoni (Spalek 74′), Jagiello (Palacio 64′); Moreo (Bajic 74′) All. Inzaghi

LECCE (4-3-3): Bleve; Gendrey, Lucioni (Dermaku 75′), Meccariello, Barreca; Majer (Bjorkengren 76′), Hjulmand, Gargiulo; Di Mariano (Olivieri 85′), Coda, Strefezza All. Baroni 

AMMONITI: Hjulmand

ESPULSI: –

ARBITRO: Irrati della Sezione di Pistoia (Assistenti: Prenna-Mondin; IV Uomo: Collu; VAR: Maggioni; AVAR: Affatato)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.