Cosenza, Varone: “Mi dispiace non giocare, spero di dimostrare quanto valgo”

VARONE COSENZA – È un Ivan Varone a cuore aperto quello che, attraverso il proprio profilo ufficiale Instagram, ha voluto esprimere i propri pensieri sull’anno che si sta per chiudere: “È stato un anno difficile, un anno che mi ha messo a dura prova; calcisticamente parlando forse, ho fatto scelte sbagliate, mi sono messo in discussione più volte, provando a chiedermi se avessi dato il mio massimo. La retrocessione con la Ternana è stata una delusione grandissima, successivamente il non aver avuto la possibilità di dimostrare ciò che valgo a Cosenza, mi ha segnato ancora più. Ci sono state poche gioie ultimamente; il derby vinto a Perugia è ciò che mai dimenticherò. Sicuramente sono cresciuto tanto, sono caduto, ma come sempre mi sono rialzato e ancora una volta mi rialzerò e dimostrerò il mio valore. Non a caso, sono proprio i momenti più bui, dai quali si esce più consapevoli di quanto valiamo. Devo tutto alla mia famiglia, alla donna che ho accanto e mi sopporta e supporta ogni singolo giorno, alla mia principessa Sofia che mi regala emozioni incredibili in ogni singolo attimo, il diventare papà è la cosa più bella che potesse capitarmi. Spero che questo 2019 continui a farci essere la famiglia che siamo e che ci dia salute e serenità. Dal lato calcistico spero solo che possa mettere piede in campo e far vedere quello che valgo, sperando che la correttezza e la meritocrazia regni come dovrebbe“.

Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.