Ascoli, Lovato: “Massima fiducia a Vivarini e ai ragazzi. Var? Speriamo…”

Ascoli

LOVATO ASCOLI VAR – Il direttore generale dell’Ascoli Gianni Lovato ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Picenotime.it per fare il punto di un periodo non troppo felice sul piano dei risultati.

“Abbiamo ben analizzato gli errori commessi contro la Salernitana, sapevamo che poteva esserci un calo anche se non lo auspicavamo. Si tratta di un evento normale nell’arco della stagione e la rabbia che ho visto nei ragazzi mi tranquillizza ancor di più. Va sottolineato che quest’anno abbiamo un gruppo sano, fatto da professionisti serissimi. Squadra, allenatore e Società costituiscono un blocco compatto. Forse abbiamo pagato la pausa invernale, unita al turno di riposo e alla sospensione del match col Lecce. La fiducia nel mister è totale, sappiamo che ha le qualità per farci rialzare subito. Da ora in poi dovremo essere ancora più uniti, anche il tifo deve dare il massimo supporto a questi ragazzi. L’inizio di stagione molto brillante ci ha tolto un po’ di umiltà e ha oscurato l’handicap inevitabile dell’insediamento tardivo della Società e delle tre settimane di ritardo nell’allestimento della rosa. Bisogna tornare a pensare essenzialmente alla salvezza, se poi ci saranno altri obiettivi alla portata ne saremo lieti. I calciatori arrivati a gennaio sono stati accolti benissimo dal gruppo e non vanno criticati per una prestazione sotto le aspettative: avranno la possibilità di farsi valere. Per i rinnovi ci sarà tempo, bisogna prima concentrarsi a migliorare il rendimento sul campo. Faremo ricorso contro la squalifica di 3 turni a Padella, perché riteniamo che il suo quello con Vuletich fosse uno scontro di gioco. Lo staff medico sta facendo un ottimo lavoro, ma è chiaro che con Ardemagni qualcosa non ha funzionato: tutti volevamo vederlo in campo, ma dovremo aspettare ancora. Abbiamo il massimo rispetto per la classe arbitrale, ma crediamo di poter affermare di esser stati penalizzati in più frangenti nel corso del campionato. Spero che il VAR possa essere introdotto, perché anche se non è uno strumento infallibile diminuisce il tasso di errori.”

Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.