Palermo, Zamparini: “In un Paese normale noi dovevamo essere in A e il Frosinone in B”

Zamparini

ZAMPARINI PALERMO – Intervistato dal Corriere dello Sport il patron del Palermo Maurizio Zamparini ha parlato della decisione del TAR di respingere l’istanza cautelare nell’ambito del caso Frosinone lasciando i ciociari in Serie A: “Otterremo un grosso risarcimento danni, non so quando. In un paese normale, dopo la partita di Frosinone, una vergogna mondiale, noi dovevamo essere in A e il Frosinone in B. Sulla cessione societaria. Ponte si è proposto come presidente e a me sta bene perché ruota intorno al calcio, lo vedo spesso e sto valutando il suo progetto. Follieri preme ancora e c’è una cordata americana, non ho nulla in contrario purché investano nel Palermo. Ponte da presidente cercherà chi possa entrare in società. Zamparini deve comunque andare via, anche se ha dato tutto per il Palermo“.

FONTI: CdS; TMW.

bonus
Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.