SPAL, Venturato: “È un onore provare a trasferire qui il mio modo di interpretare il calcio”

VENTURATO SPAL CONFERENZA – Conferenza stampa di presentazione per Roberto Venturato che è pronto ad iniziare la sua nuova avventura in sella alla SPAL. Il tecnico ex Cittadella è stato affiancato da Joe Tacopina, numero uno del club. Ecco le dichiarazioni del neoallenatore dei biancazzurri, riportate da estense.com:

“Sono venuto a Ferrara e la prima impressione è stata quella di aver trovato persone perbene che mi hanno dato sensazioni positive. Questa realtà ha ambizione, passione, voglia ed entusiasmo. La Spal da sempre rappresenta una realtà dove i calciatori possono crescere ed esprimere il proprio talento, mi piace ricordare chi ha dato tanto alla società come Paolo Mazza o Gibì Fabbri che hanno entusiasmato così come il percorso di Leonardo Semplici. In B questa è una realtà importante ed è un onore provare a trasferire qui il mio modo di interpretare il calcio per mettere la squadra nelle condizioni di giocarsela con tutti esprimendo un gioco piacevole.

PROGETTO. Ribadisco che la mia scelta sia stata legata al conoscere le persone che mi hanno trasmesso sensazioni positive dal punto di vista delle capacità e delle ambizioni. Anche nel calcio l’abilità e la serietà fanno la differenza, qui ho trovato persone importanti a partire dal presidente proseguendo poi con tutti i collaboratori. Credo che in questo momento sia molto importante che io guardi con attenzione alla partita di domenica ed ai giocatori che sono qui in questo momento, che sono la risorsa più importante che abbiamo. Sicuramente faremo valutazioni, il mercato invernale dovremo saperlo usare bene: può essere tanto utile quanto un disturbo.

PRESSIONI. Mi piace ricordare i sei anni fantastici che ho fatto a Cittadella. Credo che Ferrara sia una piazza importante come lo era anche quella granata. Da anni il Cittadella ha avuto ambizioni e voglia di crescere ed ora è una grande squadra, la pressione credo sia di stimolo ed aiuti a migliorare e tutto questo è un valore che può farci migliorare. Le difficoltà sono un’opportunità, nel calcio poi la condivisioni degli obiettivi aiuta a raggiungerli.

ROSA. Ho guardato tante partite, anche di A dato che avevo la speranza di ottenere una possibilità anche lì. La Spal è una squadra molto giovane che ha grandi potenzialità di crescita, ci sono anche giocatori importanti con conoscenza della categoria. Ci sono caratteristiche che si abbinano al mio modo di intendere il calcio, guardando la rosa credo di poter incidere con il lavoro, la passione e la determinazione. Sono venuto con entusiasmo perchè credo ci siano potenzialità per fare un ottimo lavoro.

SULLA SORPRESA DI VEDERLO SENZA PANCHINA DOPO CITTADELLA. Avevo un contratto in essere ed è stata una mia scelta fermarmi, non ci sono state problematiche ed è stata una scelta personale per fare il punto della situazione e ritrovare quelle sensazioni di cui ho parlato prima. Ho avuto diverse telefonate con altre squadre ed un incontro con una squadra di Serie A. Sono sereno sotto tutti i punti di vista.

4-3-1-2. Credo che giocare col trequartista e due attaccanti sia un sistema di gioco che mi piace molto. Qui ci sono giocatori che possono adattarsi a farlo ed inizialmente punteremo a dare un’identità che porti i giocatori ad esprimersi al meglio. I ragazzi hanno lavorato in settimana con grande attenzione e collaborazione, mostrando grande voglia di tornare in  campo.

SITUAZIONE FISICA. E’ stata sicuramente una nota sfortunata l’avere ventidue calciatori positivi nello stesso periodo e dal punto di vista della condizione atletica influisce per qualche calciatore. Allo stesso tempo ho visto ragazzi che lavorano con grande partecipazione e questo sarà un aiuto importante pur arrivando alla partita col Benevento in una buona condizione atletica, anche se non al massimo”.

Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.