Venezia, Vacca: “Ripresa? Abbiamo paura, il virus è trasmissibile. Il calcio poi senza tifosi vale poco e niente”

VACCA VENEZIA – Antonio Vacca, centrocampista del Venezia, ha parlato a Tuttomercatoweb.com, del periodo difficile di salute che ha vissuto a causa del Covid-19. Ecco le sue parole:

“Adesso mi sento bene. Sono entrato nella fase asintomatica da diverso tempo. Il giorno che ho fatto il tampone e sono risultato positivo stavo bene, come ho detto. Nei primi giorni invece ho avuto i sintomi del caso: tosse, febbre, dolore alle ossa. Non mi ero mai sentito così male in vita mia: avevo 38 di febbre ma pensavo di averla molto più alta. Mal di testa, mi scoppiava. E poi ero arrabbiato: non mi veniva fatto il tampone, quando mi è stato fatto stavo bene. Ripresa? Abbiamo paura, il virus è trasmissibile. Andare in giro per l’Italia per giocare con il terrore addosso non mi sembra una cosa giusta da fare. Come dice la società, è giusto non rovinare anche la prossima stagione che verrà. Serve concludere qui il campionato, guardiamo alla salute. Riprendere senza la gente sugli spalti sarebbe ulteriormente inutile. Il calcio senza tifosi è poco e niente, è una motivazione in più per fermarsi”.

Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.