Salernitana, Tutino: “Castori è la nostra guida e sta facendo un grandissimo lavoro. Serie A? In quel caso i capelli li faccio rossi”

TUTINO SALERNITANA – Lunga intervista quella rilasciata da Tutino ai canali ufficiali della Salernitana nel corso del format “Box to Box”. Ecco le sue parole, riportate da salernitananews.it:

“Contentissimo della scelta fatta. Il sogno di tutti è quello di giocare in Serie A, io l’ho sfiorata ma vuol dire che ancora mi manca qualcosa. Sono orgoglioso di giocare in un campionato importante in una squadra importante come la Salernitana ma so di poter fare ancora meglio“.

Un pensiero ai tifosi: “Peccato perché in questo momento avremmo avuto tanti tifosi al seguito in trasferta e in casa sarebbero stati il dodicesimo uomo. Spero che i nostri tifosi potranno presto a sostenerci. Sono un calciatore che in alcune situazioni, soprattutto quando c’è tanta gente, si esalta. Vorrei segnare un gol sotto la Curva Sud e farla venir giù. Con lo stadio vuoto non sempre è facile concentrarsi al massimo”.

Su Castori e i suoi compagni: “Mi piace giocare un po’ più vicino alla porta. È vero che ogni tanto cerco di allargarmi per cercare l’uno contro uno, posso ancora migliorare in questo ruolo che Castori mi sta ritagliando. Posso fare meglio dal punto di vista realizzativo. Il mister ha delle idee chiare su quello che vuole. Abbiamo subito capito il suo modo di interpretare le partite e la sua voglia di tirare qualcosa in più da ognuno di noi. Sta facendo un grandissimo lavoro, non so da quanto tempo la Salernitana non viveva un momento così e sicuramente il merito è anche suo. Lui è la nostra guida e noi dobbiamo seguirlo in tutto e per tutto, sono i risultati a darti fiducia, dobbiamo continuare così. Djuric è un attaccante forte, rende tutto più facile. Fa un lavoro enorme per la squadra, è molto importante per il nostro modo di giocare ma anche gli altri compagni si sono sempre fatti trovare pronti anche se per chi trova meno spazio non è mai facile stare sul pezzo. Non posso che menzionare anche Gondo e Giannetti, sono giocatori importanti, al nostro livello, ci daranno una grande mano. Il gruppo è unito, andiamo tutti d’accordo. Non ci sono gelosie e invidie, abbiamo un obiettivo comune e remiamo tutti dalla stessa parte. Mi ero sentito con Di Tacchio prima di venire a Salerno e mi aveva dato grande fiducia facendomi capire cosa vuol dire giocare a Salerno. Mi hanno tutti dato una mano, è un bellissimo gruppo e sono felice di farne parte”.

Infine, una promessa: “Se andiamo in Serie A i capelli li faccio rossi“.

bonus
Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.