GdS – Spezia-Frosinone, due mondi opposti che si giocano la Serie A

Serie B

SPEZIA FROSINONE GDS – Poco più di 48 ore al primo atto della finale playoff di Serie B: a contendersi il terzo posto in massima serie saranno, come noto, Spezia e Frosinone reduci dal passaggio del turno, rispettivamente, ai danni di Chievo Verona e Pordenone.

“Due mondi opposti che si giocano la Serie A”, titola nella sua edizione odierna la Gazzetta dello Sport. Da un lato gli Aquilotti, mai stati tra i grandi del calcio italiano, dall’altra i ciociari che, di apparizioni in Serie A, ne vantano già due. Ma a distinguere i due club sono, in particolare, stile di gioco agli antipodi ed allenatore.

4-3-3 per Italiano (alla ricerca della terza promozione in carriera dopo quella in C con l’Arzignano e quella in B alla guida del Trapani): sfera che viaggia spesso in orizzontale per aprire il campo ad improvvise e fulminee verticalizzazioni sul centravanti e che spessissimo in stagione hanno favorito gli inserimenti, micidiali, dei centrocampisti. Liguri che giocano un calcio molto frizzante e propositivo che li porta, spesso, a concedere inevitabilmente qualcosa dietro.

3-5-2, invece, per Nesta dopo che il 4-3-1-2 di inizio stagione non aveva portato i frutti sperati: la sperimentazione effettuata da parte dell’ex tecnico del Perugia ha però consentito allo stesso di ricorrere, in caso di necessità, a soluzioni alternative, vedi il ricorso al 4-3-3 nelle sfide contro Pisa e Cittadella. Punto forte per i laziali è senza dubbio la rocciosa difesa anche se qualche difficoltà in mezzo (sarà squalificato Haas, mentre Gori non è al meglio) ed in avanti (peggior attacco tra le prime dieci in classifica) si sono viste.

Qualche dato: in 15 edizioni dei playoff, è accaduto 7 volte che la terza in classifica si aggiudicasse il confronto. Negli ultimi 6 anni è però accaduto una sola volta ed ha visto proprio il Frosinone avere la meglio nel 2018. Mai accaduto, invece, che un’ottava classificata guadagnasse la Serie A.

Allo Spezia basteranno due pareggi, al Frosinone occorrerà segnare: difficile, proprio in virtù delle caratteristiche delle due squadre, immaginare che la squadra di Italiano penserà solo a difendersi, mentre è scontato ipotizzare un Frosinone più sfrontato e meno attendista. Questione di equilibri…

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.