Salernitana, Di Tacchio: “Spero che Dziczek riesca a risolvere il problema, è stata una lezione di vita”

SALERNITANA DI TACCHIO DZICZEK – Il capitano della Salernitana Francesco Di Tacchio, quest’oggi, è tornato a parlare del brutto episodio verificatosi a Patryk Dziczek durante la gara contro l’Ascoli. Queste – come riporta Corriere dello Sport e TMW poi – le sue parole:

Mentre Patryk correva dietro ad un avversario, ho visto che non è riuscito a cambiare passo e, d’improvviso, si è accasciato a terra. Ha provato a rialzarsi senza riuscirci e, allora, io ho subito capito cosa stava succedendo. Ho capito subito la gravità della situazione poiché un simile episodio si era già presentato in allenamento. Per questo sono andato subito verso di lui, per tirargli la lingua. Bisogna fare i complimenti al medico dell’Ascoli, Serafino Salvi, a Vittorio Parigini, al dr D’Arrigo, ad Angelo Mascolo, nostro fisioterapista, a medico e operatori sanitari dell’ambulanza sul campo. Bravi tutti. La vita è una linea sottile. Fortunatamente la forza di precipitarmi da Patryk, non mi era mai capitata una cosa del genere, è stato l’istinto a guidarmi. Spesso diciamo che bisogna rialzarsi quando si cade. Ecco, osservando Patryk in quegli attimi ho visto lo spirito di un uomo che non voleva arrendersi, che avrebbe voluto rincorrere l’avversario. Una scena che è stata una lezione di vita, non la dimenticherò mai. Averlo visto piangere dopo che ha ripreso conoscenza mi ha toccato in modo particolare. Il calcio è importante, ma la vita è il bene più prezioso che esista, spero che Dziczek riesca a risolvere il problema.

bonus
Salve, sono Oriolo Demetrio. Ho ventidue anni e mi sono diplomato al Liceo Classico. Sono un grandissimo appassionato di sport e seguo in particolar modo il calcio. Seguo con molto interesse le questioni politiche, di cronaca e d'attualità che riguardano il nostro paese. Gioco a calcio livello dilettantistico nella squadra del mio paese e sono un assiduo frequentatore della palestra. Ossessionato dalla letteratura, mi cimento nella scrittura di tutto ciò che i miei occhi e i miei sentimenti captano. Amo scrivere per rifugiarmi in posti da me creati.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.