Riforma dei campionati, la Serie A verso la composizione a 18 squadre. E la Serie B? Gli scenari

FIGC

RIFORMA CAMPIONATI SERIE B – Saranno settimane importanti per l’intero calcio italiano che sta affrontando ed affronterà il tema della riforma dei campionati. Da diverso tempo sul tavolo delle discussioni si parla delle varie possibilità per riformare il calcio italiano e la crisi economica accentuata dall’emergenza Covid ha accelerato i processi. La riforma, portata avanti dal numero uno della FIGC Gabriele Gravina ed avallata dal presidente della Lega di Serie A Dal Pino, con non tutte le squadre favorevoli, prevederebbe una Serie A a 18 squadre con l’ipotesi di disputare playoff e/o playout.

E LA RIFORMA IN SERIE B?

Come ampiamente evidenziato dal QS in uscita nella giornata odierna, la riforma dei campionati, che non appare più rinviabile, andrà ovviamente a toccare tutto il movimento calcistico italiano rivoluzionando soprattutto quello professionistico. È logicamente ipotizzabile che con la riduzione della Serie A a 18 squadre la Serie B potrebbe seguire a ruota con una potenziale riduzione di altre due squadre. Al momento ipotesi ma che vanno a sposare l’idea di massima che sta spingendo la riforma: abbassare il numero di club professionistici da 100, numero attuale, ad uno molto più basso così da permettere all’intero movimento di rifiatare e di uscire dallo stato di affanno perenne che il Covid ha accentuato ancor di più.

La riforma dei campionati appare oramai processo irreversibile e la Serie B attende da spettatrice interessata gli sviluppi che partiranno dalla Serie A e scenderanno a cascata toccando tutte le categorie.

 

Classe '96, amante del calcio e delle sue storie, innamorato della Serie B. Giornalista pubblicista dal settembre del 2020. Laureato in Scienze della Comunicazione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.