Cremonese, Rastelli: “Potevamo gestire meglio il vantaggio. Su Del Fabro e Montalto…”

RASTELLI CREMONESE – Conferenza stampa per Massimo Rastelli, tecnico della Cremonese, al termine del pareggio ottenuto sul campo del Venezia. Ecco quanto apprendiamo da Cuoregrigiorosso.com: “Siamo venuti a Venezia per fare punti, abbiamo fatto un passo avanti rispetto alle ultime trasferte. Non abbiamo mai rinunciato a giocare, anche se dobbiamo essere più tranquilli in certe fasi di gioco. Negli ultimi trenta metri dobbiamo migliorare nell’esecuzione tecnica e nelle scelte. Siamo soddisfatti della prestazione in generale, abbiamo fatto una partita importante dando continuità alla vittoria contro il Benevento. Dispiace essere andati al riposo sul pareggio, mancavano una manciata di secondi alla fine del primo tempo. Siamo rammaricati di non aver gestito meglio il vantaggio, ci siamo fatti schiacciare invece di sfruttare l’entusiasmo della rete segnata. La gara è stata decisa dai due episodi. Abbiamo fatto un gran secondo tempo con una grande pressione, cercando la vittoria fino alla fine, c’è soddisfazione per il risultato ma rammarico per aver buttato due punti. I risultati aiutano a lavorare meglio perché con troppe sconfitte tutto diventa pesante. Restano nove battaglie, ogni gare va giocata perché ogni giornata capitano sorprese. Siamo ancora in una posizione pericolosa, non possiamo permetterci passi falsi e dobbiamo trarre il meglio da ogni partita“.

Su Del Fabro: “Non aveva praticamente mai giocato, è un ragazzo serio che si è sempre allenato al massimo. A Salerno era già stato tra i migliori, dopo la squalifica di Caracciolo non ho avuto dubbi su chi schierare al suo posto. La gioia personale del gol corona una prestazione sontuosa, il giusto premio per chi lavora con grande impegno“.

Su Montalto: “Montalto è stato l’acquisto più importante del mercato estivo, poi purtroppo è arrivato quel brutto infortunio. Con la Primavera ha fatto un minutaggio importante che è servito, nel primo tempo ha eliminato parecchie scorie e nella ripresa è migliorato. A fine gara era rammaricato ma ha avuto pochi palloni giocabili. Gli ho detto che deve abituarsi a giocare con i compagni, per lui era la prima volta dall’inizio dopo tanto tempo“.

Sul rigore per il Venezia: “Lombardi aveva già calciato, Renzetti è intervenuto in orizzontale e nell’inerzia ha preso anche il giocatore che però aveva già colpito il pallone. L’arbitro ha visto così, lo accettiamo. Anche su Soddimo ho qualche dubbio, il fallo sembrava sulla linea”.

L’infortunio di Strizzolo: “Aveva già avuto un fastidio in settimana, un leggero affaticamento. Per evitare di fare una sostituzione dopo pochi minuti abbiamo deciso di lasciarlo in panchina e schierare Montalto. Anche Strizzolo era d’accordo sulla decisione, è stato molto maturo in questo”.

Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.