Parma e Monza non si fanno male: il big match del Tardini finisce 0-0

PARMA MONZA CRONACA – All’Ennio Tardini va in scena la sfida tra Parma e Monza, due delle favorite alla promozione in Serie A, ma entrambe partite a rilento. Infatti, per le due formazioni sono 10 i punti di ritardo sul Pisa, capolista e caduto ieri a Crotone.
Enzo Maresca suona la carica e opta per un classico 4-3-3 confermando 9 degli undici visti in campo con la SPAL. Giovanni Stroppa si schiera a specchio con Dany Mota e Colpani ai lati di Gytkjaer.
Arbitra Fabio Maresca della sezione di Napoli.

 

I minuti iniziali del primo tempo lasciano intravedere quello che sarà la partita: alta intensità e scontri continui in mezzo al campo e ne risente lo spettacolo. Il Parma aspetta e prova a pungere i brianzoli in contropiede. Al minuto 16 Buffon si deve sporcare i guanti su un gran tiro di Valoti da fuori. Quattro minuti più tardi, primo spunto di Mihaila che parte da sinistra, si accentra ma calcia debolmente tra le braccia di Di Gregorio. Al minuto 29, il giocatore più pericoloso dei crociati, Valentin Mihaila sfugge alla retroguardia biancorossa ma colpisce male con la punta del piede. È sempre il Parma a far male in campo aperto, Man si porta la palla sul suo sinistro, calcia forte ma la palla fa la barba al palo. Al termine dei 3 minuti di recupero, si conclude un primo tempo più che vivace.

La seconda frazione si apre con la stessa intensità dei primi quarantacinque minuti. Al 60′, Mihaila sfiora il vantaggio, pescato da Brunetta, scheggiando la traversa di testa. Sessanta secondi dopo, Marrone si fa espellere per un tocco di mano ingenuo, dopo aver bucato l’intervento. Maresca si sbilancia, toglie un centrocampista come Juric e inserisce Inglese. Al minuto 81 è proprio il numero 45 ad avere una ghiotta occasione, ma si addormenta e non calcia bene. 5 minuti più tardi, Di Gregorio si supera sulla classica giocata a rientrare di Mihaila.

Termina un match molto combattuto e molto sentito, concluso con 9 ammonizioni. Parma e Monza si spartiscono un punto che non serve a nessuna delle due. I crociati rimangono a secco di vittorie nelle ultime 5 giornate di campionato. I brianzoli, con l’uomo in meno, portano a casa un punto insperato. Il Pisa capolista rimane a 9 lunghezze di distacco.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.