Mogos fa esultare la Cremonese al 90′. Solo un pari tra Venezia e Pescara

SERIE B – La 34a giornata di Serie B mette di fronte Cremonese-Chievo e Venezia-Pescara. I grigiorossi vogliono sfruttare l’onda dell’entusiasmo per mettere la salvezza in cassaforte, mentre i clivensi coltivano l’obiettivo play-off. Dall’altro lato, il Venezia ed il Pescara sono appaiate a pari punti in classifica, ad una sola lunghezza dai play-out, quindi i 3 punti sarebbero fondamentali per entrambe.

Nella gara dello “Zini” parte forte il Chievo che colleziona diversi corner. Anche il possesso palla pende a favore degli ospiti. Tuttavia è la Cremo ad provarci con maggiore concretezza: prima Kingsley al 20′ poi successivamente Arini al 23′ impegnano Semper. Al 27′ i veneti sfiorano la rete del vantaggio con Rigione che sbaglia da ottima posizione. Al 32′ Garritano prova a pescare il coniglio dal cilindro in rovesciata, ma nulla di fatto. Al 38′ arriva il gol del Chievo che segna con Giaccherini, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Nella ripresa le occasioni latitano. All’85’ Zortea supera due avversari e scarica il mancino, Semper blocca. Quando il match sembra avviarsi verso il pari, la Cremonese al 90′ trova il gol del vantaggio: da punizione Castagnetti tocca per Mogos che scarica un bolide in porta, battendo Semper. 1-0 e grigiorossi che viaggiano a passo spedito verso la salvezza.

Nella gara del “Penzo”, il Venezia si affaccia subito nell’area avversaria con Maleh che sbaglia clamorosamente, ma per sua fortuna era in posizione di off-side. Al 16′ segna Montalto, rete annullata per fuorigioco. Al 21′ ci prova Zappa, Lezzerini blocca in due tempi. Il match potrebbe svoltare al 23′, quando il direttore di gara manda sotto la doccia Galano, a seguito di un fallo di reazione. Al 31′ grande azione personale di Maleh, Fiorillo gli chiude lo specchio. Al 45′ Marino col mancino sfiora il palo. Nella ripresa gli arancionero verdi mettono subito la freccia con Firenze, che al 48′ corregge di testa un cross di Lakicevic. Nella ripresa al 64′ Vignato supera Zuelli con un dribbling ubriacante e tira, respinge Ravaglia. Al 68′ viene ristabilita in campo la parità numerica: nel giro di due minuti Caligara prende due cartellini gialli. Il Pescara ne approfitta andando prima vicino al pareggio con Clemenza, e pareggiando poi al 76′ con Gabriele Zappa, in presunto fuorigioco. Termina così 1-1. Un pari che muove la classifica, ma non soddisfa in pieno nessuno.

 

TABELLINO

MARCATORI: Firenze al 48′, Zappa al 76′

AMMONITI: Zuelli, Gustafson, Karamoko.

CREMONESE (4-3-3): Ravaglia; Bianchetti, Ravanelli, Terranova, Zortea; Valzania, Arini, Kingsley; Piccolo, Ciofani, Gaetano.

CHIEVOVERONA (4-3-3): Semper; Dickmann, Leverbe, Rigione, Renzetti; Garritano, Zuelli, Di Noia; Vignato, Ceter, Giaccherini.

MARCATORI:

AMMONITI: Montalto, Maleh, Maniero, Pucciarelli, Modolo, Fiordilino.

ESPULSI: Galano, Caligara.

VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini; Lakicevic, Modolo, Marino, Ceccaroni; Maleh, Fiordilino, Vacca; Capello; Montalto, Longo. Allenatore: Dionisi.

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Zappa, Scognamiglio, Bettella, Del Grosso; Busellato, Palmiero, Memushaj; Galano, Maniero, Pucciarelli. Allenatore: Sottil.

 

Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.