Al Via del Mare non c’è storia: Lecce-Reggina è 2-0

Lecce

LECCE REGGINA CRONACA – Al Via del Mare si terrà il big match della quindicesima giornata di Serie B tra il Lecce e la Reggina. Gli uomini di Baroni vogliono proseguire la loro corsa per passare almeno per qualche ora in testa alla classifica. Ci sono però i granata in Salento che vogliono rovinare la festa e provare ad accorciare verso la zona play off.

Partono forti i padroni di casa, ma il tiro di Di Mariano non crea problemi agli ospiti al secondo minuto. I giallorossi non si fermano e vanno vicini al gol con Majer che però spreca calciando a lato da ottima posizione dopo un rimpallo favorevole. Si fa vedere anche la Reggina che al ventiduesimo ci prova con Cortinovis su sponda di Montalto, ma il suo lob esce di poco. Nonostante i tentativi granata è il Lecce a sbloccare il match, con Gargiulo che riesce a scappar via ai centrali avversari e confeziona l’ottimo assist di testa di Coda per segnare la rete che sposta gli equilibri al trentaduesimo. Non c’è reazione immediata però, e allora altra occasione salentina con la girata di testa di Dermaku che trova però un pronto e reattivo Turati a deviare in corner. Solo sei minuti più tardi altra occasione per il 2-0. Coda riesce a girarsi e a concludere nonostante la pressione avversaria, ma ancora l’estremo difensore ex Sassuolo, con meno difficoltà, dice di no e blocca la sferaSvolta inattesa per gli ospitanti, quando al quarantatreesimo minuto Massimo Coda è costretto a lasciare il campo a causa di problemi fisici. Al suo posto Baroni sceglie Olivieri. Al secondo ed ultimo minuto di recupero della prima frazione, Strefezza con una magia riesce a liberarsi di due giocatori granata e a calciare in porta sfiorando l’incrocio dei pali e un gol che sarebbe stato spettacolare.

Nella ripresa la Reggina è chiamata a reagire, ma la solfa non sembra cambiare quando al quarantasettesimo Olivieri tenta la botta dalla distanza che esce di poco anche a causa di una deviazione. Poco dopo ancora Strefezza che non riesce a trovare il secondo palo con il tiro a giro. Momento duro della partita, gioco molto spezzettato, tante ammonizioni e falli fischiati. Aglietti prova a dare una scossa alla partita, sostituendo Montalto Bellomo, per mettere Galabinov Ricci, senza ottenere però i risultati sperati, perché appena un minuto dopo, al sessantunesimo, Majer, che era già andato vicino al gol nel primo tempo, raddoppia e fa 2-0. Servito da Strefezza, lo sloveno trova un buco nella difesa ospite e in percussione batte un incolpevole Turati. La Reggina ci prova timidamente con Galabinov che non trova la porta. Per altro il bulgaro era partito da posizione di offside. Al settantunesimo ecco un altro doppio cambio: fuori Crisetig Cortinovis, dentro Tumminiello Bianchi. Solo cinque minuti più tardi ultimo slot per Aglietti che prova a inserire Liotti per Rivas. Dopo una punizione di Di Mariano non troppo pericolosa, anche Baroni  cambia, con l’ingresso di forze fresche come Blin Rodriguez per gli esausti Majer Di Mariano. Al settantottesimo la Reggina ha l’occasione di riaprire la partita con il tiro di Riccci. Attento Gabriel che compie il suo primo vero intervento del match. Ora gli ospiti si riversano in avanti, forse troppo tardi però. All’ottantacinquesimo Hjulmand Strefezza lasciano spazio a Helgason Listkowski.
Finisce dopo 4 minuti di recupero il match. Baroni puó sicuramente ritenersi soddisfatto dei suoi che hanno dominato in lungo e in largo. Aglietti invece dovrà lavorare dal punto di vista mentale e del morale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.