Gravina: “Non posso essere il becchino del calcio italiano. È uno sport che muove 5 miliardi di euro”

Gravina

Gabriele Gravina, presidente della Figc, ha commentato la situazione relativa al calcio italiano e la ripresa dei campionati con l’emergenza Coronavirus a RAI 2 durante la trasmissione “Che tempo che fa”. Di seguito le sue dichiarazioni:

Ci sono due correnti al momento: quella favorevole alla ripresa e quella che non riaprirebbe i battenti. Io appoggio la prima corrente. Io spero che a giugno l’Italia viva un momento di sollievo diverso da questo momento, ma anche ai contenziosi e ciò che potrebbero generare per la confusione, e poi penso alla passione”.

Se il governo dicesse di fermarsi qui, io accetterei la decisione e mi sentirei più sollevato. Potete immaginare come mi senta in questo momento. Chiedo di essere considerato come movimento d’impatto socio-economico per il paese alla pari di ogni altro settore. La FIGC, grazie anche ai professori Ricciardi, Vaia e alla commissione tecnico-scientifica, un protocollo che garantisce la negatività di un gruppo chiuso. Non vedo troppe preoccupazioni, anche se sul mondo amatoriale è difficile governare, ma stiamo cercando un confronto più ampio anche su questo. Il calcio muove 5 miliardi di euro: siamo preoccupati perché se il calcio non riparte ha un grande impatto negativo per il futuro”. 

Potrei prendere in considerazione di finire qui i campionati? Una scelta di questo tipo comporterebbe responsabilità di una gravità inaudita: non posso essere il becchino del calcio italiano”. 

 

Salve a tutti! Mi chiamo Francesco ed ho 23 anni. Sono laureato in Scienze della Comunicazione ed attualmente proseguo gli studi della Magistrale alla Federico II di Napoli. Lo sport ed il giornalismo sono due passioni che da sempre fanno parte di me. Sono un amante della Serie B e credo tantissimo nella redazione di "PianetaSerieB" formata da un gruppo di giovani con tanta voglia di fare bene.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.