Ascoli, Frattesi: “Contro il Livorno serve la vittoria. Il gol? È ciò che mi sta mancando”

FRATTESI ASCOLI – Davide Frattesi, centrocampista dell’Ascoli, è intervenuto quest’oggi in conferenza stampa. Ecco quanto apparso sul sito ufficiale del Picchio: “Credo che il pareggio di sabato sia stato il risultato più giusto se consideriamo l’intera partita. Nel primo tempo abbiamo fatto il nostro ottenendo anche il vantaggio, che sicuramente avremmo potuto gestire meglio. Se è stata la mia migliore partita? Credo che su tutte ci sia quella col Benevento, in cui la prestazione della squadra è stata di livello. Il gol? E’ quello che mi sta mancando, a volte ci sono andato vicino ma è mancato un pizzico di fortuna, spero di dare il mio contributo il più presto possibile, ho fatto anche una scommessa col Team Manager, devo segnare almeno un gol nelle prossime cinque partite altrimenti dovrò fargli un regalo. Domenica avremo di fronte il Livorno, una squadra in fiducia e in forma, che ha battuto il Benevento giocando un buon calcio, ho visto la partita, Diamanti è stato l’uomo in più del Livorno, quindi le nostre attenzioni si focalizzeranno inevitabilmente su di lui, che è il calciatore che fa partire le azioni più pericolose. Dovremo mettere tutto in campo, stiamo lavorando per farci trovare pronti. Con una vittoria metteremmo un mattone importante in ottica salvezza. E’ vero, nel girone di ritorno abbiamo conquistato un solo punto in casa, è un po’ la situazione analoga al girone di andata ma riferita alle partite in trasferta. Il Del Duca, al contrario, nella prima parte del campionato è stato il nostro fortino e quindi dobbiamo fare di tutto per farlo tornare ad essere il nostro punto di forza evitando di sbilanciarci in area avversaria come capitato nell’ultima partita. Addae e Troiano? Entrambi mi insegnano tutto, Addae è un esempio, Troiano credo sia il 50% di una partita, riesce sempre a spronarti a far mantenere la posizione, senza di lui farei tanta fatica“.

Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.