Empoli, Dionisi: “Il Venezia ha qualità. Turnover? Nella mia squadra non esiste”

DIONISI EMPOLI – Alessio Dionisi, tecnico dell’Empoli, ha parlato alla vigilia del match contro il Venezia, come apprendiamo dai canali ufficiali del club toscano: “Ci aspetta una partita difficile contro una squadra in salute, ma lo siamo anche noi. Veniamo da qualche pareggio, che resta comunque un risultato positivo, ergo non ne farei un problema. Affronteremo una compagine con qualità, che all’andata ci ha battuto e che verrà qui per bissare il successo. Sarà un bel match.

La partita più importante resta quella di domani, poi penseremo alla successiva. Stiamo abbastanza bene, si gioca tanto e chi ha più partite all’attivo sta acquisendo minuti e consapevolezza. Potrebbe esserci qualche cambiamento ma non è detto che ce ne siano tanti, tutto è in funzione della sfida di domani. Dopo il tour de force dei prossimi dieci giorni si parlerà ancora di più di una classifica magari delineata, ma il tutto si definirà nelle ultime tre-quarto partite, dato l’equilibrio vigente. In questa squadra non esiste turnover, ovviamente ci sono calciatori che hanno giocato più di altri, ciò accade perché ritengo che abbiano, in questo momento, qualità più importanti. Domani giocheranno i giocatori più funzionali in relazione a ciò che richiederà l’evento. 

La partita inizia e porta con sé la possibilità o la necessità di apportare dei cambiamenti, non è detto che chi giocherà dall’inizio lo farà in quanto migliore di un compagno, bensì potrebbe essere una scelta dettata dai possibili subentranti e di come si metterà il match. Ribadisco, la partita che più conta è quella di domani. Campanello d’allarme per il Venezia il doppio svantaggio contro l’Entella? Non lo so, bisognerebbe chiederlo a loro, posso dire che la scorsa rimonta ha dato tanta convinzione ai lagunari. Non ho dubbi sui valori dei nostri avversari di domani, li conosco abbastanza bene, ma ora sono focalizzato su quello che dobbiamo fare noi, perché siamo l’Empoli.

Arriveranno difficoltà, abbiamo giocato partite dove non siamo riusciti a fare quello che volevamo, oppure dove siamo andati sotto o, ancora, occasioni in cui siamo stati rimontati. Nella partita si giocano tante partite, quella di domani sarà difficile. Il Venezia ha qualità, inoltre sa mutare pelle durante i novanta minuti, dovremo essere bravi ad adeguarci a questa fattispecie. Domani scontro diretto? Sarà sicuramente una partita tra due squadre che stanno facendo molto bene, ma ritengo sia presto per parlare di scontri diretti, altrimenti ce ne sarebbero davvero tanti.

Dovremmo cercare di ridurre le occasioni che concediamo, anche se alla fine non ne concediamo tante. In quest’analisi non posso escludere le decisioni arbitrali, altrimenti dovrei entrare nelle prestazioni, che hanno rivelato un Empoli solido. Ad ogni modo, dovremo essere bravi a concedere poco, anche se nel match d’andata il Venezia sul poco ha fatto la partita, nel primo tempo: hanno cercato di ripartire e sono stati molto bravi in questo. Penso che cercheranno di interpretare la sfida di domani allo stesso modo ma, come dicevo, sono molto bravi a variare lo spartito“.

bonus
Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.