Empoli, Dionisi: “Quasi perfetti per settanta minuti, i miei giocatori sono stati encomiabili”

DIONISI EMPOLI

Alessio Dionisi, allenatore dell’Empoli, ha analizzato il pareggio odierno contro il Lecce. Ecco le sue dichiarazioni, che apprendiamo attraverso l’audio pubblicato da pianetaempoli.it: “Siamo stati quasi perfetti fino al 70′, peccato non aver segnato il terzo. Dopo aver fallito l’occasione per chiuderla ci siamo un po’ abbassati, anche per merito del Lecce, che ci ha creduto fino alla fine.

Avremmo potuto essere più puliti negli ultimi quindici minuti, abbiamo sbagliato un po’ troppo e non riuscivamo a uscire come prima. Avevamo davanti una squadra forte, ergo come sempre devo fare un plauso ai miei giocatori, che sono stati encomiabili, dato che hanno giocato e osato. Le partite vanno così, dobbiamo prendere il buono, non dimenticare gli ultimi quindici minuti e pensare alla prossima sfida con tanta fiducia e consapevolezza, perché andiamo via arrabbiati per un 2-2 contro una delle squadre favorite. Questo vuol dire tanto.

All’esterno, probabilmente, si parlerà più degli ultimi quindici minuti, ma questo non ci deve interessare. Dobbiamo convincerci che possiamo replicare i settanta minuti di oggi in ogni partita, senza abbassarci e continuando a giocare fino alla fine. Probabilmente è subentrata un po’ di stanchezza, qualche cambio è stato un po’ condizionato da infortuni, come ad esempio per Parisi. Ribadisco, devo solo fare un plauso a questi ragazzi, perché dopo diciannove partite abbiamo dimostrato di esserci. Ora ce ne sono altrettante e saranno più difficili, perché gli altri ora ci conoscono, anche il Lecce oggi ha fatto una partita preparata più su di noi che sulle proprie qualità, questo deve darci coraggio e una spinta per affrontare i prossimi impegni.

Continueremo con lo stesso atteggiamento che abbiamo mostrato sin dall’inizio, adesso è il momento di cercare delle conferme e dimostrare ogni giorno cosa sappiamo fare. Questa partita deve darci consapevolezza, lo dico perché lo credo. Da domani testa alla prossima. Oggi, come ho detto, ci sono tanti meriti del Lecce per averla ripresa, ma veniamo via da una sfida importante, forse anche con demeriti nostri, in primis del sottoscritto. Questo la dice lunga su quanto possiamo fare in più, abbiamo margini di miglioramento. Tanti complimenti a questi ragazzi, per ora“.

bonus
Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.