Criscitiello: “Lecce, pasticcio Liverani: il tecnico ha sbagliato tempi e modi”

CRISCITIELLO LIVERANI LECCE – All’interno del consueto editoriale del lunedì del direttore di TMW Sportitalia Michele Criscitiello è stato dedicato ampio spazio all’esonero di Fabio Liverani da parte del Lecce.

“In chiusura un commento sul pasticcio Liverani. Premessa doverosa: il Lecce ha sbagliato comunicato, quando ha ufficializzato l’esonero di Fabio Liverani. Ha parlato di giusta causa e ha lasciato aperte molteplici interpretazioni. I comunicati ufficiali devono essere lunghi tre righe e parlare solo di cose formali. Per dirla alla Galliani. Ma capiamo che una società che progetta tutto nel dettaglio sia rimasta spiazzata e delusa dal comportamento di Liverani. Se ci pensate, l’unica società in Italia che ha un progetto è proprio il Lecce. Dalla C alla A con lo stesso allenatore. Tre anni di guida tecnica affidata a Liverani e il progetto sarebbe andato avanti anche il quarto anno se non ci fosse stato l’inatteso colpo di scena. Talmente organizzata, la società di Sticchi Damiani che il giorno dopo la retrocessione aveva già Corvino fuori la sede e l’accordo con Liverani per l’anno di serie B. Liverani, per venti giorni, aveva programmato mercato, fatto mandare via il Dottor Palaia e deciso a tavolino il ritiro estivo. Avrebbe potuto farlo aggiungendo un “ma… se mi chiama una serie A sappiate che me ne vado”. Invece ha lasciato Lecce all’improvviso, perché saltato Carli a Cagliari non aveva più la serie A tra le mani. Carli, passato a Parma, l’ha subito chiamato e Liverani si è precipitato lasciando il Lecce senza allenatore. Corini ha firmato un triennale, altra dimostrazione di club che progetta. Liverani ha fatto un miracolo in Salento e ha dimostrato a tutti di essere un grande allenatore. Farà una carriera importante perché è nel suo DNA. A Lecce, però, ha sbagliato tempi e modi.”

Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

1 Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.