Cessione Palermo, Foschi continua a lavorare: la situazione

CESSIONE PALERMO – Come da qualche settimana a questa parte, Rino Foschi continua a lavorare su più fronti. Nonostante il ruolo di presidente del Palermo, è infatti tornato ad occuparsi di squadra e dei rapporti all’interno dello spogliatoio, che vanno salvaguardati così come il futuro della società. In merito a quest’ultimo punto – come racconta il Corriere dello Sport – il pallino è nelle mani di Mirri e degli imprenditori all’opera per rilevare il club attraverso un’opzione che, però, scadrà il 13. I contatti con banche e aziende sono stati intensificati. L’ipotesi negativa non è, ad oggi, possibilità concreta, ma nel caso peggiore ci sarebbe una soluzione per pagare gli stipendi entro il 18. Difatti, nell’accordo con Mirri è previsto che il Palermo possa avanzare ai concessionari una richiesta di prolungamento per altri 4 anni dell’accordo riguardante la pubblicità, così da ottenere la liquidità necessaria. Importante sottolineare, però, che il gruppo non avrebbe nessun obbligo. Restano in attesa anche gli organi federali, che chiedono a chi rappresenta il club i requisiti di onorabilità e solvibilità. In ballo, per concludere, c’è una fetta del fondo di mutualità che spetta al Palermo, ma conditio sine qua non è la chiarezza sul futuro della società.

Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.