Brescia Cellino: “Se la B tornasse a 22, dovrei ridimensionare i miei investimenti”

Cellino Brescia

CELLINO BRESCIA – Il patron del Brescia Massimo Cellino, tra i principali promotori del blocco dei ripescaggi, ha parlato al Giornale di Brescia in vista della sentenza che il CONI emetterà domani. Questo il suo molto deciso pensiero: “Se si tornasse a 22 squadre, significherebbe che il calcio italiano è davvero una barzelletta. Dopo i tre fallimenti estivi non si può far finta di nulla: il sistema è marcio e va rifondato. Io, inoltre, sarei costretto a ridimensionare gli investimenti che sto facendo a Brescia. Qui non si può fare calcio, è la Repubblica delle banane.”

bonus
Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.