Calciomercato Serie B, da Falco a Galabinov fino a La Gumina: il punto sulle ultime trattative

CALCIOMERCATO SERIE B

CALCIOMERCATO SERIE B – Pur con l’incertezza riguardante il ricorso al TAR del Chievo che posticipa al 2 agosto l’eventuale riammissione del Cosenza, il calciomercato di Serie B non si ferma. Il numero di trattative odierno non è clamorosamente elevato, ma i nomi in orbita campionato cadetto sono di assoluto rilievo.

Queste le novità di giornata

Il Brescia, in cerca di un forte attaccante a cui affidare le redini dell’attacco, potrebbe presto muoversi su un esperto profilo proveniente dalla Serie A. Andrej Galabinov, reduce da tre stagioni allo Spezia in cui ha messo a segno 17 gol in 61 partite, dal 1 luglio sarà svincolato e potrebbe rientrare – come riportano BresciaOggi e tifobrescia.it – nei piani del nuovo Brescia di Filippo Inzaghi.

La Reggina, in cerca di un rinforzo di qualità in mezzo al campo, ha messo nel mirino un pupillo di Alfredo Aglietti. Il nome tornato di moda – come riportano gianlucadimarzio.com e tuttocalciocalabria.it -è quello di Luca Garritano. Per lui, sotto la gestione Aglietti, sono arrivati 8 gol e 10 assist a Verona. L’esclusione del Chievo dal prossimo campionato cadetto potrebbe essere decisiva ai fini dell’operazione.

La Ternana, per rinforzare in prospettiva il proprio reparto difensivo, continua l’asfissiante pressing sul il Teramo per Salim Diakite. Il giocatore, un classe 2000, accetterebbe di buon grado il trasferimento. Anche il Teramo, detentore del cartellino, è disposto a trattare. Il Teramo vuole vendere subito e dunque monetizzare al massimo. La Ternana invece vorrebbe chiudere l’accordo con la formula del prestito con diritto riscatto così da poter valutare il ragazzo. A riportarlo è ternananews.it.

Samuel Di Carmine, attaccante classe 1988 di proprietà dell’Hellas Verona, è diventato l’oggetto dei desideri di diverse squadre di Serie B. Legato al Verona da un altro anno di contratto, su di lui sono piombate – come riportano La Gazzetta dello Sport e perugia24.netReggina, Pisa, Ascoli, Brescia, Perugia e Cremonese. L’asta, dunque, potrebbe essere all’orizzonte.

Il Brescia è alla ricerca di un mediano e oltre all’opzione Pasquale Schiattarella, che potrebbe rientrare in uno scambio con Alfredo Donnarumma che prenderebbe un treno per la Campania direzione Benevento. L’ultima opzione in casa Brescia però porta il nome di Michele Cavion, già corteggiato in passato, ma accasatosi alla Salernitana. Come riporta Tifobrescia.it, attualmente si parla ancora di ipotesi, ma il mercato è decisamente entrato nel vivo.

Più indizi di mercato direttamente dalla stampa locale lasciano intendere come Simone Icardi sia sempre più prossimo ad indossare la maglia del Cittadella. Per lui una pesante eredità, quella di Federico Proia che si appresta a vivere la sua nuova avventura con il Vicenza. Il 24enne attaccante arriva dalla Casertana dove ha chiuso una stagione piuttosto positiva con un bilancio di 3 gol in 30 partite tra campionato e playoff.

Antonio La Gumina è considerato tra gli esuberi di una Sampdoria che ha assoluta necessità di monetizzare. Tramontata l’idea Salernitana, secondo Tuttosport, i blucerchiati starebbero spingendo il classe 1996 verso la Serie B e verso Brescia. C’è ancora distanza però tra la domanda e l’offerta con la Sampdoria ed il suo direttore sportivo Daniele Faggiano che lavorano per trovare l’accordo su un prestito con obbligo di riscatto.

l Monza piazza il colpo di scena e presenta un’offerta da 1,7 milioni di euro alla Stella Rossa di Belgrado per l’ex attaccante del Lecce Filippo Falco che è forte di un contratto fino al 2023 nonostante i soli 4 gol in 8 presenze con la squadra allenata da mister Dejan Stankovic. Stando a quanto riportato da Hotsport.rs, a far cambiare idea ai serbi proprio l’offerta dei biancorossi che ha di fatto superato il valore d’acquisto dell’attaccante.

Al lavoro per costruire un Ascoli ambizioso, Fabio Lupo è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni per parlare di mercato. Ecco l’intervista completa del Direttore Sportivo bianconero.

“Sabiri? Al momento siamo in una fase di stallo: all’estero i campionati stanno cominciando. Il ragazzo è dentro alla squadra: è sereno e sta lavorando con tutti gli altri senza alcun problema. Permanenza? Sabiri è un calciatore centrale nel progetto tecnico e lo andremmo a cedere solo con offerte importanti che sposerebbero anche le ambizioni del calciatore. Sabiri è stato uno dei punti di forza della scorsa stagione e tecnicamente lo è ancora. 

Non credo nelle occasioni di fine mercato: per farlo devi aver già una rosa costruita quasi per intero ed essere sereno sotto quel punto di vista. Non voglio arrivare a quel periodo per prendere l’attaccante: la situazione legata agli attaccanti non si sbloccherà in due o tre giorni ma neanche in tantissime settimane. Quello degli attaccanti è un mercato particolare da dover monitorare giorno per giorno: ne prenderemo un paio.

Cerchiamo qualcuno che possa inserirsi al meglio nel sistema di gioco di Sottil: non siamo alla ricerca del classico pennellone statico ma qualcuno che abbia forza e sappia giocare cercando la profondità di continuo.”

Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.