Cosenza, Braglia: “Nessuno ci ha messo sotto, dobbiamo reagire”

Braglia Cosenza

BRAGLIA COSENZA – Non è un momento facile per il Cosenza che, dopo quattro giornate, ha raccolto appena un punto. Il tecnico Piero Braglia nutre però grande fiducia nei confronti dei suoi calciatori, come dichiarato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Livorno. Queste le sue parole apparse sul sito ufficiale dei Lupi: “Il nostro è un problema di attenzione. Quando riteniamo che le partite sono finite subiamo. E’ successo soprattutto contro il Pescara. A  Benevento non si può prendere un gol così. Solo Perina e Corsi avevano avvertito il pericolo e hanno provato a richiamare i compagni. Non si può dare la colpa ad uno più che all’altro. La prestazione nel complesso è stata ottima. Purtroppo il risultato ci ha penalizzati ma analizzando le gare nel dettaglio avremmo dovuto avere almeno 4 punti. Nessuna delle squadre con cui abbiamo giocato ci ha messo sotto. Questo non deve assolutamente essere un alibi. Reagiamo giocando una grande partita domani. Sono ancora arrabbiato con Kone per alcune cose che non mi sono piaciute. Broh è un giocatore forte ma ci sono momenti e momenti. Adesso ho bisogno di altre sicurezze ma prima o poi tutti avranno una chance. Riguardo la scelta di Baez ho preferito inserire lui in campo per provare a dare qualche grattacapo al diretto avversario. Il primo tempo di Benevento dice che siamo arrivati alla conclusione diverse volte. Il nostro atteggiamento è stato quello giusto. Dobbiamo rimanere compatti e umili, mantenendo uno spirito giusto per raggiungere l’obiettivo per cui questa squadra è stata costruita. Abbiamo la quinta difesa di tutto il campionato. Ci penalizza la condizione fisica di alcuni elementi chiave: Riviere e Machach devono recuperare il tempo perduto; Carretta non si è quasi mai allenato quest’estate. In più aspetto Litteri, un uomo sul quale punto molto. Qui dobbiamo risolvere il problema alla svelta senza perdere l’equilibrio. Non facciamoci prendere dallo sconforto, manteniamo serenità e al tempo stesso alla cattiveria agonistica per vincere le partite e fare punti. Conosciamo il Livorno per averlo studiato, ha affrontato l’ultima gara con un 3-4-3 con Marras, Marsura e Mazzeo lì davanti disputando un ottimo primo tempo. Domani dovremo affrontare la gara andando avanti per la nostra strada e con le nostre idee. Schiavi è stato un po’ sfortunato, ogni volta che ho pensato di inserirlo ha avvertito qualche problema“.

bonus
Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.