Benevento, Vigorito impone il silenzio sul caso Lapadula: la situazione

BENEVENTO LAPADULA VIGORITO – Tiene ancora inevitabilmente banco in casa Benevento la situazione relativa a Lapadula che vuole lasciare i Sanniti. In particolare, il Mattino di Benevento ha fatto un punto sulla situazione relativa al bomber italo-peruviano.

Attraverso una comunicazione interna – riporta il quotidiano – Oreste Vigorito ha imposto il silenzio a tutti i tesserati sul caso Lapadula. D’ora in poi, onde evitare di alimentare ulteriori polemiche, sarà il presidente l’unico autorizzato ad esprimersi in merito. Una scelta necessaria per salvaguardare la compattezza dello spogliatoio e ad evitare eventuali strumentalizzazioni esterne.

Il momento è abbastanza delicato e il Benevento d’ora in poi affronterà la questione nelle sedi opportune. Detto della procedura disciplinare aperta dinanzi al Collegio arbitrale (presieduto da Luigi Medugno e Luigi Granato), la società continua a valutare più strade da perseguire, a cominciare dalla possibilità di aprire un contenzioso per danno procurato. Su questa seconda ipotesi tuttavia si continua a rimanere cauti in attesa di ulteriori sviluppi nei prossimi giorni.

Allertato l’esperto di diritto sportivo Eduardo Chiacchio, con il quale si è disquisito di regolamenti e clausole contrattuali, si è optato per attendere il corso degli eventi: le parti si sono aggiornate all’inizio della prossima settimana per capire il da farsi. Di sicuro il Benevento non intende rinunciare a Lapadula a cuor leggero, senza aver prima monetizzato dalla sua cessione. Il club per cederlo chiede almeno 2,5 milioni di euro per ammortare fiscalmente i 4 milioni del cartellino sborsati un anno e mezzo fa e non realizzare una minusvalenza.

Su Lapadula ci sono Cagliari, Bologna, Samp e Fluminense, ma nessuna di queste squadre si è fatta avanti con il Benevento. Il sospetto è che dietro al presunto rifiuto di Lapadula si nasconda una manovra di qualche società
per «scippare» il calciatore, che ha ancora un anno e mezzo di contratto col Benevento, a parametro zero. La dirigenza sannita non è certo in vena di regali, a costo di continuare a pagargli lo stipendio tenendolo in naftalina, conclude il Mattino.

Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.